Pew: Il 60% degli utenti statunitensi di Twitter si è "preso una pausa" dalla piattaforma nell'ultimo anno

Un nuovo studio del Pew Research Center dipinge un quadro di una pausa nell'uso di Twitter da parte degli adulti statunitensi, ma i dati non puntano necessariamente il dito contro l'acquisizione della piattaforma di social media da parte di Elon Musk come fonte della colpa.
Invece, il sondaggio di Pew sugli adulti statunitensi, condotto nell'arco di una settimana a marzo, riporta che la maggioranza degli utenti adulti di Twitter negli Stati Uniti, ovvero il 60%, ha affermato di aver preso una pausa da Twitter dall'utilizzo del servizio per "diverse settimane o più".
durante l'ultimo anno.
Tuttavia, Elon Musk ha acquisito ufficialmente Twitter il 27 ottobre 2022, il che significa che la società è stata in suo possesso solo per più di 6 mesi, non un anno intero.
In altre parole, qualunque cosa abbia portato gli utenti di Twitter a prendersi lunghe pause dall'app potrebbe o meno avere a che fare con il nuovo proprietario del sito.
E, poiché Pew Research non ha offerto alcun dato storico con cui confrontare, non è chiaro se questo sia stato uno schema regolare anche per gli utenti di Twitter prima di questo periodo.
Tuttavia, i dati sono interessanti in quanto dimostrano apparentemente che, almeno per alcuni dei suoi utenti, Twitter non ha creato una piattaforma così avvincente che è diventata un'abitudine quotidiana obbligatoria.
Rispetto alle app social di Meta, che ora vedono 3,02 miliardi di utenti attivi al giorno nel primo trimestre, alcuni utenti di Twitter stanno evitando l'app per lunghi periodi di tempo, se si devono credere ai dati di Pew.
(La sua metodologia è qui e ha coinvolto oltre 10.000 intervistati, se di interesse.) L'ulteriore analisi di Pew potrebbe suggerire il motivo per cui è così, osservando che coloro che hanno maggiori probabilità di essersi presi una pausa dall'app includono sia donne che utenti neri.
Pew afferma che il 69% delle donne rispetto al 54% degli uomini ha affermato di essersi preso una pausa da Twitter negli ultimi 12 mesi.
Nel frattempo, il 67% degli utenti neri ha affermato di essersi preso una pausa dall'app rispetto al 60% degli utenti bianchi e al 54% degli utenti ispanici.
(I dati del sondaggio non includevano un numero sufficiente di utenti asiatici americani di Twitter per offrire un'analisi dettagliata, ha osservato l'azienda).
un tempo.
Piuttosto indica i dati demografici che storicamente hanno subito le maggiori molestie sulla piattaforma, secondo analisi e rapporti precedenti, compresi quelli di Amnesty International.
Ma Pew Research non riesce a dimostrare che tutto ciò sia specificamente colpa di Musk, poiché il rapporto esamina gli ultimi 12 mesi e non, ad esempio, un confronto dell'utilizzo da prima che Musk possedesse Twitter e dopo.
Semmai, questo potrebbe suggerire perché Twitter, da sempre, ha lottato per ottenere trazione rispetto ai suoi pari nei social media, perché non ha mai avuto un controllo completo sugli abusi che si verificano sull'app, nonostante le sue politiche in continua evoluzione destinate a fare solo quello.
In uno studio separato, anch'esso pubblicato oggi, Pew dà uno sguardo al possibile futuro di Twitter chiedendo agli utenti di Twitter attuali e recenti quanto è probabile che utilizzino la piattaforma tra un anno.
Più persone (40%) hanno affermato di essere "estremamente" o "molto propense" a farlo, mentre il 35% ha dichiarato "abbastanza".
Tuttavia, c'era ancora un quarto preoccupante (25%) degli utenti attuali e recenti di Twitter che ha affermato di essere "poco probabile" o "per niente probabile" che utilizzerà l'app tra un anno.
Crediti immagine: Pew Research Center Ancora una volta, i dati demografici del sondaggio precedente reggono qui, poiché gli utenti attuali o recenti di Twitter che sono uomini hanno affermato che erano più propensi delle donne a dire che "probabilmente" useranno la piattaforma tra un anno – o 47% contro 31%.
Pew ha anche riscontrato una divisione partigiana in termini di chi si vede su Twitter in futuro.
Gli utenti attuali o recenti che sono repubblicani o di tendenza repubblicana sono più propensi dei democratici a dire che è "probabile" che utilizzeranno il sito tra un anno – o il 45% contro il 36%.
I repubblicani erano anche più propensi a dire che è "estremamente probabile" che sarebbero stati ancora su Twitter, rispetto ai democratici, o il 25% contro il 17%.
Niente di tutto ciò indica necessariamente un calo degli utenti attivi di Twitter, dato che non sappiamo quanto sia stato comune per gli utenti "prendersi delle pause" in passato.
Ma altri sondaggi dell'anno scorso avevano suggerito che stesse accadendo.
Ad esempio, uno studio coperto da BuzzFeed News ha suggerito che il numero di utenti di Twitter negli Stati Uniti è diminuito del 9% dall'acquisizione di Musk.
Un altro rapporto di SimilarWeb (tramite Vox), afferma che Twitter ha avuto un traffico più elevato nell'era pre-Musk rispetto a gennaio 2023.
Ha notato che la crescita dei visitatori è diminuita di anno in anno dal 4,7% nel novembre 2022 al -2% nel gennaio 2023.
Musk ha contrastato queste affermazioni a novembre, affermando che l'utilizzo di Twitter era al "massimo storico".
E più recentemente, i dati di Apptopia sembrano supportare questa affermazione, mostrando che gli utenti attivi giornalieri di Twitter sono cresciuti da 229 milioni nel primo trimestre del 2022 a 246,8 milioni, in media, dall'ottobre 2022, ha affermato Digiday ad aprile, con un aumento medio medio di 1,3 milioni di nuovi utenti.
ogni mese.
(Questa scoperta non ha suddiviso le cose per paese, ma gli Stati Uniti sono il più grande mercato di Twitter).
Semmai, quindi, ciò che indicano i dati di Pew non è fino a che punto le politiche di Musk e il caos generale su Twitter abbiano danneggiato l'utilizzo dell'app negli Stati Uniti, ma fino a che punto l'azienda deve spingersi per essere il tipo di app che gli utenti non vogliono Non è necessario mettere regolarmente in pausa.
Pew: il 60% degli utenti Twitter statunitensi si è "preso una pausa" dalla piattaforma nell'ultimo anno di Sarah Perez originariamente pubblicato su TechCrunch

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: