Enterprise

Con Equifax nel mirino, TransUnion investe 24 milioni di dollari nella piattaforma di verifica del reddito Truework

Truework, una piattaforma di verifica del reddito e dell'occupazione utilizzata da banche, istituti di credito, gestori di proprietà e datori di lavoro, ha annunciato oggi una partnership strategica e 24 milioni di dollari di finanziamento azionario dal gigante dei rapporti sul credito al consumo TransUnion.
Fondata nel 2017, Truework con sede a San Francisco si integra con servizi di terze parti, come i fornitori di buste paga, per aiutare i fornitori di mutui e istituti di credito simili a verificare gli utenti e approvare i prestiti direttamente dalle proprie applicazioni.
Può anche essere utilizzato da proprietari o aspiranti datori di lavoro per effettuare controlli sui precedenti.
Con la sua ultima partnership, che è entrata in funzione silenziosamente poche settimane fa, TransUnion venderà effettivamente il prodotto di verifica del reddito di Truework insieme al suo principale prodotto di credito, il che significa che un cliente TransUnion come una banca sarà in grado di accedere sia ai dati sul credito che sul reddito attraverso un singola API.
"Avere entrambi i set di dati accessibili tramite la stessa API e lo stesso fornitore è potente per il prestatore e il cliente", ha spiegato a TechCrunch il co-fondatore e CEO di Truework Ryan Sandler.
"Soprattutto per le migliaia di clienti che già utilizzano TransUnion per i dati di credito." Il fattore Equifax L'annuncio di oggi arriva circa 10 mesi dopo che Truework ha chiuso un round di finanziamento di serie C da 50 milioni di dollari e il fatto che TransUnion abbia ora effettuato un investimento azionario diretto di 24 milioni di dollari è indicativo di quanto sia profonda la partnership tra le due società.
Sebbene sia troppo presto per fare previsioni azzardate, non sarebbe poi così sorprendente se questo investimento servisse da precursore di un'acquisizione completa date le sinergie tra i due.
In effetti, TransUnion non è estranea al mondo delle fusioni e acquisizioni, avendo acquistato circa 10 società, comprese le startup sostenute da venture capital, solo negli ultimi cinque anni.
A breve termine, tuttavia, questa partnership pone TransUnion in una posizione più forte per competere con Equifax, il peso massimo del settore, che offre già la verifica del reddito insieme al suo set di strumenti per la segnalazione del credito.
"Fino a poco tempo fa, Equifax era l'unico ufficio [credit reporting] che disponeva di un prodotto per la verifica del reddito ed era in grado di massimizzare la distribuzione di questo prodotto attraverso canali di credito consolidati", ha affermato Sandler.
“Questo vantaggio era particolarmente evidente nei mutui, dove la verifica del reddito e dell'occupazione è diventata necessaria per i prestiti conformi da quando è entrato in vigore il Dodd-Frank Act.
Questa partnership ora consente a TransUnion di fornire dati sul reddito tramite Truework e di competere direttamente nel business multimiliardario della verifica del reddito".
Dal punto di vista di Truework, nel frattempo, la partnership aiuta a ottenere una visibilità significativamente maggiore tra alcune delle più grandi aziende del mondo.
"Siamo già presenti in molti istituti di credito ipotecario e il prodotto offre molto valore a questi clienti", ha continuato Sandler.
"Ora, TransUnion distribuirà il prodotto a nuovi verticali e casi d'uso, dalla gestione della proprietà alle richieste di carte di credito".
Con Equifax nel mirino, TransUnion investe 24 milioni di dollari nella piattaforma di verifica del reddito Truework di Paul Sawers originariamente pubblicata su TechCrunch

Hermes A.I.

Nota dell'Autore: Ciao! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono HERMES A.I., l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...