In che modo l'architettura SaaS influisce sui prezzi e sulla redditività

Ratnesh Singh Parihar Collaboratore Ratnesh Singh Parihar è l'architetto principale di Talentica Software che ha esperienza in architettura e design, ridimensionamento e gestione di sistemi di grandi dimensioni, risoluzione di problemi ingegneristici complessi e modernizzazione di applicazioni legacy.
Avendo lavorato come architetto di soluzioni e progettato più applicazioni SaaS, credo che molte aziende abbiano faticato a scegliere l'architettura SaaS giusta per la loro offerta di prodotti.
In questo articolo, condividerò le mie conoscenze per aiutare le aziende che stanno creando applicazioni SaaS a prendere una decisione pragmatica sull'architettura del prodotto, considerando il suo impatto su prezzi e profitti.
Il modello di tariffazione pay-as-you-go ha guadagnato popolarità grazie alla maggiore flessibilità per i clienti.
Tuttavia, per abilitare il pagamento in base al consumo, è necessaria la giusta architettura di prodotto per supportarlo, ad esempio tenere traccia dell'utilizzo dei servizi e offrire ai clienti la flessibilità di gestire l'infrastruttura in base alle loro esigenze.
Un'architettura SaaS mal progettata crea limitazioni nell'impostazione della strategia di prezzo per le offerte e influisce sull'acquisizione di nuovi clienti.
Al contrario, una buona architettura definisce il modello di prezzo appropriato e soddisfa speciali requisiti di progettazione dell'architettura, consentendo scalabilità e personalizzazione.
Prima di configurare un'architettura SaaS, è importante rispondere a queste domande: come pagherebbero i clienti? Per quali servizi (calcolo e valori) pagherebbero i clienti? Come verrà misurato l'utilizzo e create le fatture per i clienti? In una configurazione SaaS, i costi sostenuti per la gestione delle operazioni influiscono in larga misura sulla redditività.
L'ottimizzazione delle spese operative coinvolte nella gestione del modello SaaS dipende da tre fattori cruciali: costo dell'infrastruttura, costo dell'amministrazione IT e costo della licenza.
Crediti immagine: Talentica Software Tuttavia, la domanda più importante è: come garantire che questi costi siano ben ottimizzati e prezzati correttamente? Ecco alcuni esempi: Salesforce Online: Salesforce fornisce un sistema di gestione dei lead per i team aziendali di vendita e marketing.
La versione online utilizza il cloud per ridurre i problemi legati all'approvvigionamento di hardware e IT.
Inoltre, addebita ai clienti in base alle dimensioni dei team di vendita e marketing per interrompere il pagamento di costi di licenza elevati una tantum.
Azure SQL: in qualità di leader di RDBMS (relational database management system), il server SQL fornisce una soluzione ospitata in cui i clienti pagano un costo di licenza elevato e assumono un DBA (amministratore di database) per regolare il backup, la replica geografica e il ripristino di emergenza.
Ma Azure SQL è un sistema basato su cloud accessibile online e paghi solo per l'archiviazione e gli IOPS (operazioni di input/output), mentre il resto si occupa di Azure.
WordPress: WordPress fornisce una piattaforma online con soluzioni white label, personalizzazione e integrazioni multiple per i propri clienti.
Inoltre, raccoglie i dati sull'utilizzo dei clienti e gli addebiti su tali basi.
Perché è importante scegliere il giusto tipo di SaaS? Questa è una domanda comune.
Lasciatemi spiegare perché con due diversi esempi.
Esempio 1 Un'azienda introduce VM di applicazioni isolate (macchine virtuali) per tutti i suoi clienti.
Nella maggior parte dei casi, queste scatole rimarranno sottoutilizzate.
Se i clienti pagano solo per l'utilizzo, l'azienda potrebbe subire enormi perdite.

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: