Microsoft e Activision si concedono altri tre mesi per chiudere la mega fusione da 68,7 miliardi di dollari

Microsoft e Activision hanno concordato congiuntamente di estendere la scadenza per completare la loro mega fusione per altri tre mesi al fine, dicono, di concedere il tempo necessario per risolvere i "rimanenti problemi normativi".
La scadenza originale per Microsoft per chiudere l'acquisizione da 68,7 miliardi di dollari di Activision annunciata nel gennaio 2022 era il 18 luglio (ieri).
Ma la coppia ha concordato una nuova data del 18 ottobre per completare la transazione.
"Microsoft e Activision Blizzard hanno concordato congiuntamente di estendere la scadenza dell'accordo di fusione dal 18 luglio 2023 al 18 ottobre 2023, per consentire più tempo per risolvere i rimanenti problemi normativi", hanno scritto in un comunicato stampa sull'estensione dell'accordo di fusione.
L'accordo prevede inoltre due ulteriori scadenze anticipate, il 29 agosto e il 15 settembre, quando le spese di risoluzione dovute a Microsoft, ovvero nel caso in cui l'accordo non si concluda, aumenteranno rispettivamente da $ 3 miliardi a $ 3,5 miliardi e da $ 3,5 miliardi a $ 4,5 miliardi.
.
Ma la coppia sta evidentemente sperando che la transazione si concluda con successo, non con una risoluzione.
In una nota allo staff di oggi, il capo di Xbox di Microsoft, Phil Spencer, ha scritto: Microsoft e Activision Blizzard rimangono ottimisti sul fatto che la nostra acquisizione supererà il traguardo, quindi abbiamo concordato congiuntamente di estendere l'accordo di fusione fino al 18 ottobre 2023.
Mentre possiamo tecnicamente vicino negli Stati Uniti a causa dei recenti sviluppi legali, questa estensione ci concede più tempo per risolvere i restanti problemi normativi nel Regno Unito.
La mega fusione da 68,7 miliardi di dollari è stata complicata dall'opposizione normativa negli Stati Uniti e nel Regno Unito, inclusa una decisione dell'autorità di vigilanza sulla concorrenza del Regno Unito, la Competition and Markets Authority (CMA), ad aprile di bloccare l'acquisizione, adducendo timori che indebolirebbe sostanzialmente la concorrenza .
Anche la Federal Trade Commission degli Stati Uniti si è opposta alla fusione e ha fatto causa per bloccarla.
Ma, all'inizio di questo mese, un giudice del tribunale federale ha respinto le sue argomentazioni secondo cui l'accordo sarebbe anticoncorrenziale e ha stabilito che il regolatore non può bloccarlo.
L'altro importante regolatore del mercato, la commissione per la concorrenza dell'Unione europea, ha dato il via libera all'acquisizione a maggio.
Quindi la decisione del Regno Unito è l'unico grande ostacolo che si frappone alla chiusura dell'accordo a questo punto.
Il che significa che il cane da guardia del Regno Unito si è trovato nella scomoda posizione di essere isolato sulla scena globale.
All'inizio di questa settimana, la CMA ha accettato di prorogare la propria scadenza finale sul fascicolo del caso per considerare ciò che ha descritto come invii "dettagliati e complessi" da parte di Microsoft.
Sulla scia del blocco dell'azione della FTC negli Stati Uniti, entrambe le parti hanno anche chiesto una pausa nell'appello di Microsoft contro la decisione finale della CMA nel Regno Unito.
La CMA ha anche segnalato una possibile via d'uscita dall'impasse – se Microsoft e Activision sceglieranno di ristrutturare l'accordo – che potrebbe portare a una nuova indagine sulla fusione, pur avvertendo che non può riaprire una decisione definitiva dopo il fatto.
Ma è stata segnalata una strada per rielaborare l'esito sfavorevole.
Nel frattempo, la decisione finale della CMA, secondo cui l'acquisizione "indebolirebbe sostanzialmente la concorrenza" nel mercato del cloud gaming, rimane valida.
(Sebbene il cane da guardia avesse anche avuto preoccupazioni iniziali che l'accordo potesse danneggiare i giocatori di console del Regno Unito riducendo la concorrenza, ha abbandonato tale preoccupazione, restringendo la sua attenzione al cloud gaming.) "Microsoft e Activision hanno indicato che stanno valutando come la transazione potrebbe essere modificata, e la CMA è pronta a impegnarsi con loro su questa base", ha affermato la CMA la scorsa settimana, aggiungendo: "Queste discussioni rimangono in una fase iniziale e la natura e la tempistica dei prossimi passi saranno determinate a tempo debito.
Sebbene entrambe le parti abbiano richiesto una pausa nell'appello di Microsoft per consentire lo svolgimento di queste discussioni, la decisione della CMA esposta nel suo rapporto finale è ancora valida".
Il mercato del Regno Unito è abbastanza grande che Microsoft e Activision vorranno trovare una soluzione che superi l'esame con la CMA per consentire loro di continuare a fare affari.
Un rapporto di Bloomberg della scorsa settimana ha suggerito che le società stanno valutando la possibilità di rinunciare a un certo controllo della loro attività di cloud gaming nel Regno Unito per placare la CMA.

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: