Per evitare ulteriori problemi antitrust nel Regno Unito, Meta per limitare il modo in cui utilizza i dati degli annunci per potenziare il mercato di Facebook

La società madre di Facebook, Meta, ha fornito assicurazioni chiave alle autorità di regolamentazione antitrust del Regno Unito mentre cerca di contrastare le preoccupazioni su come utilizza i dati pubblicitari a vantaggio dei propri prodotti.
La notizia arriva nella stessa settimana in cui Meta ha rivelato che stava vendendo la piattaforma GIF Giphy per $ 53 milioni tre anni dopo averla acquistata per $ 400 milioni, a seguito di un ordine di disinvestimento finale emesso dalla Competition and Markets Authority (CMA) lo scorso ottobre.
La CMA ha anche recentemente bloccato l'offerta di 68,7 miliardi di dollari di Microsoft per Activision.
Al centro di questo problema specifico c'è il modo in cui Meta è in grado di sfruttare i dati del suo social network principale per prendere decisioni sulla visualizzazione dei contenuti e sui consigli nel Marketplace di Facebook, un servizio di annunci online lanciato nel 2016 che consente agli utenti di Facebook di acquistare e vendere praticamente qualsiasi cosa .
Dato che Meta può raccogliere informazioni sugli interessi degli utenti attraverso le loro interazioni pubblicitarie online su Facebook, la CMA sostiene che ciò conferisce a Meta un vantaggio ingiusto consentendogli di visualizzare elementi più pertinenti nel feed del Marketplace dei propri utenti, a scapito degli inserzionisti altrove su la piattaforma.
La Commissione europea (CE) e la CMA hanno annunciato sforzi separati ma collaborativi per indagare su Meta su questa pratica nel giugno 2021, con la CMA che ha rivelato ad agosto che stava procedendo con un'indagine formale.
La CE ha seguito l'esempio quattro mesi dopo.
Ora, però, la CMA ha dato la prima indicazione di essere disposta a chiudere il caso dopo aver ricevuto impegni precisi da Meta.
Questi includono consentire agli inserzionisti di rinunciare ai propri dati pubblicitari utilizzati per sviluppare Facebook Marketplace, cosa che Meta ha detto che farà attraverso l'implementazione di "nuovi sistemi tecnici".
Inoltre, Meta ha affermato che formerà il personale per garantire che non utilizzino i dati degli inserzionisti durante lo sviluppo di nuovi prodotti da utilizzare nel mercato del Regno Unito che potrebbero essere in concorrenza con gli inserzionisti.
"Riduzione del rischio" Sebbene la CMA non abbia ancora accettato esplicitamente questi impegni, ha più o meno affermato che lo farà e che, se alla fine avrà il via libera, verrà nominato un fiduciario di monitoraggio per garantire che Meta aderisca ai suoi impegni.
"Ridurre il rischio che Meta sfrutti ingiustamente i dati delle aziende che fanno pubblicità sulla sua piattaforma per il proprio vantaggio competitivo potrebbe aiutare molte aziende del Regno Unito che fanno pubblicità lì", ha scritto il direttore dell'applicazione della CMA Michael Grenfell in un rapporto pubblicato oggi.
"Ora ci stiamo consultando su questi impegni che riteniamo, in questa fase, risponderanno alle nostre preoccupazioni".
Quest'ultimo annuncio dà il via a un periodo di consultazione di un mese che si concluderà il 26 giugno.
Se le sue conclusioni provvisorie saranno confermate, ciò porrà fine all'indagine.
Per evitare ulteriori problemi antitrust nel Regno Unito, Meta per limitare il modo in cui utilizza i dati degli annunci per potenziare il mercato di Facebook di Paul Sawers originariamente pubblicato su TechCrunch

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: