La NASA lancerà il proprio servizio di streaming entro la fine dell'anno

La NASA sta entrando nell'azione di streaming "+".
L'agenzia governativa ha annunciato che entro la fine dell'anno lancerà un nuovo servizio di streaming chiamato NASA+.
Il servizio di streaming senza pubblicità e senza costi includerà la copertura in diretta di lanci futuri, documentari e nuove serie originali che saranno disponibili esclusivamente sulla piattaforma.
"Stiamo mettendo lo spazio su richiesta e a portata di mano con la nuova piattaforma di streaming della NASA", ha dichiarato Marc Etkind, amministratore associato delle comunicazioni della NASA, in una nota.
"Trasformare la nostra presenza digitale ci aiuterà a raccontare meglio le storie di come la NASA esplora l'ignoto nell'aria e nello spazio, ispira attraverso la scoperta e innova a beneficio dell'umanità".
NASA+ sarà disponibile tramite l'app NASA su dispositivi mobili e tablet iOS e Android, insieme a lettori multimediali in streaming come Roku, Apple TV e Fire TV.
Il servizio di streaming sarà accessibile anche sul web tramite il nuovo sito beta dell'agenzia.
La nuova esperienza web ospiterà informazioni sulle missioni e ricerche dell'agenzia, dati climatici, aggiornamenti Artemis e altro ancora.
I siti Web nasa.gov e science.nasa.gov aggiornati forniranno un'esperienza basata sugli argomenti, con un motore di ricerca comune e una navigazione integrata.
Crediti immagine: NASA L'agenzia attualmente utilizza la TV della NASA per i suoi contenuti video e flussi di lancio.
Gestisce una lista di contenuti 24 ore su 24, 7 giorni su 7 sia sul sito della NASA che su YouTube.
Lanciando il proprio servizio di streaming, la NASA sta creando uno spazio dedicato in cui gli spettatori possono accedere ai suoi contenuti.
Il CIO della NASA Jeff Seaton ha dichiarato in un comunicato stampa che la modernizzazione dei principali siti Web dell'agenzia e la razionalizzazione del modo in cui il pubblico interagisce con i suoi contenuti online sono i primi passi per rendere le informazioni della NASA "più accessibili, rilevabili e sicure".
Non si sa come sarà il servizio di streaming, ma dato che l'agenzia dice che si sta concentrando sulla modernizzazione e razionalizzazione dei suoi contenuti, probabilmente vedremo un'interfaccia simile a quelle a cui ci siamo abituati con altri servizi di streaming.
Blue Origin, Astrobotic, Varda Space e altri ottengono finanziamenti dalla NASA per sviluppare tecnologie spaziali avanzate

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: