L'organizzazione del Primo Emendamento contesta le restrizioni su TikTok nelle università del Texas

Attraverso una nuova causa, un gruppo per la libertà di parola e una coalizione di ricerca che studia l'effetto della tecnologia sulla società stanno respingendo il divieto di TikTok che colpisce i dispositivi governativi nello stato del Texas.
Nella causa, intentata dal Knight First Amendment Institute della Columbia University per conto della Coalition for Independent Technology Research, i querelanti alleati sostengono che le restrizioni su TikTok in Texas violano il Primo Emendamento.
La causa si concentra su come il divieto colpisce i docenti delle università pubbliche.
"Vietare ai docenti universitari pubblici di studiare e insegnare con TikTok non è una risposta sensata o costituzionale alle preoccupazioni sulla raccolta di dati e sulla disinformazione", ha affermato il direttore esecutivo del Knight First Amendment Institute Jameel Jaffer.
“Il Texas deve perseguire i propri obiettivi con strumenti che non impongano un fardello così pesante ai diritti del Primo Emendamento.
La legislazione sulla privacy sarebbe un buon punto di partenza”.
Alla fine dell'anno scorso, il governatore del Texas Greg Abbott ha ordinato alle agenzie del Texas di rimuovere l'app dai dispositivi governativi, citando preoccupazioni per la sicurezza sulla proprietà cinese di TikTok.
Abbott ha descritto le preoccupazioni relative a TikTok come "minacce crescenti", fissando una scadenza di metà febbraio per gli uffici governativi per implementare le modifiche.
Il mese scorso, il governatore ha firmato una legge per consolidare il divieto, che inizialmente ha assunto la forma di un ordine esecutivo.
Tale divieto si applicava anche alle università pubbliche del Texas, che si sono mosse per bloccare TikTok dalle reti Wi-Fi del campus e dai dispositivi di proprietà della scuola.
Il Texas A&M e l'Università del Texas sono stati tra i college che hanno rispettato il divieto, limitando l'accesso all'app di social video di successo nei loro campus.
Anche le università pubbliche in Alabama, Arkansas, Florida, Georgia, Idaho, Iowa, Oklahoma e South Dakota hanno adottato le proprie misure per limitare TikTok alla luce di altri ordini esecutivi.
In caso di successo, la causa del Texas potrebbe fungere da precedente per il modo in cui simili divieti reggeranno in quegli stati.
"Piaccia o no, TikTok è una piattaforma di comunicazione immensamente popolare e le sue politiche e pratiche stanno influenzando la cultura e la politica in tutto il mondo", ha affermato Dave Karpf, membro del consiglio di Coalition for Independent Technology Research.
“È importante che studiosi e ricercatori possano studiare la piattaforma e illuminare i rischi ad essa associati.
Ironia della sorte, il divieto errato del Texas sta impedendo ai nostri membri di studiare proprio i rischi che il Texas afferma di voler affrontare.
COALITION FOR INDEPENDENT T… di TechCrunch First Amendment org sfida le restrizioni su TikTok nelle università del Texas di Taylor Hatmaker originariamente pubblicato su TechCrunch

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: