Venture

Dan Gwak di Point72 spiega perché la tecnologia della difesa sta diventando la prossima grande novità per gli investitori

Dan Gwak ha avuto una vita più varia di molti investitori.
È cresciuto a Jakarta, figlio di genitori coreani che gestivano un'attività di spedizione.
Dopo il liceo, si è diretto alla Cornell negli Stati Uniti ed è diventato socio del Carlyle Group.
Tutto si stava muovendo verso l'alto e verso destra, per così dire.
Poi, come un pugno nello stomaco, la recessione finanziaria ha colpito nel 2008.
Gwak è stato tra i tanti che improvvisamente si sono trovati su una base irregolare e hanno valutato i loro prossimi passi.
A differenza della maggior parte dei suoi giovani colleghi investitori bancari, Gwak decise rapidamente di unirsi al Corpo dei Marines degli Stati Uniti come mitragliere.
Sembrava una decisione naturale, visto che in Corea, dove il servizio militare è obbligatorio per gli uomini tra i 18 ei 35 anni, avevano prestato servizio sia il padre che il fratello di Gwak.
Era anche il modo di Gwak di "diventare americano", dice.
Anche se non si aspettava che il suo servizio finisse quattro anni dopo in Afghanistan – fu ferito e rimandato a casa – Gwak ancora una volta non perse molto tempo a deliberare sulle sue prossime mosse.
Ha fatto domanda ed è stato accettato alla Harvard Business School, e quasi da quel momento ha investito nell'intersezione tra sicurezza nazionale e tecnologia.
Terminata la scuola, è entrato a far parte di In-Q-Tel, che è il braccio di rischio della CIA.
Nel 2017, quando il miliardario gestore di hedge fund "Stevie" Cohen ha deciso di creare una pratica di venture capital – Point72 Ventures – ha rubato Gwak, e Gwak è rimasto attivo da allora, guidando anche un team di 50 persone che ha investito più di $ 1 miliardo in circa 130 società per conto di Cohen.
Gli accordi spaziano in quattro aree chiave: deep tech, fintech, impresa e tecnologia della difesa.
Ma in una lunga conversazione con Gwak all'inizio di oggi, ha parlato più a lungo della tecnologia della difesa perché ne è appassionato e perché, per come la vede, Washington è più concentrata che mai sull'equilibrio globale del potere e alla ricerca di qualsiasi vantaggio possibile Trovare.
Di seguito sono riportati estratti da quella parte della nostra chat, modificati leggermente per lunghezza e chiarezza.
Puoi ascoltare l'intera conversazione qui.
TechCrunch: Hai queste quattro aree su cui sei concentrato, ma il fintech si è raffreddato dopo diversi anni schiumosi, la tecnologia della difesa ora sembra al primo posto per gli investitori.
È vero all'interno di Point72? Dan Gwak: Assolutamente.
Se riavvolgi l'orologio, il fintech era un'area molto calda e noi eravamo molto attivi nel dispiegare molto capitale.
Oggi, l'area che emerge davvero è la tecnologia della difesa.
Non è solo che il mercato in generale ha corretto, ma piuttosto, penso che la tecnologia della difesa, in particolare come opportunità, abbia davvero [guadagnato terreno] tra gli altri investitori di rischio, così come i fondatori [insieme a una crescente] consapevolezza dell'importanza di tecnologia della difesa al governo.
Data la tua esperienza nel corso degli anni, lavorando e vendendo al governo, il processo di vendita si muove più rapidamente che storicamente? Il colpo di vecchia data, ovviamente, è che è troppo burocratico e c'è troppa burocrazia da superare.
Anche cinque anni fa, ti avrei detto che la tecnologia della difesa che investe nel modo in cui la pensiamo noi – che sta investendo in aziende il cui cliente principale sarà il Dipartimento della Difesa – è una cattiva idea esattamente per il motivo che descrivi .
Ma questo è cambiato per un paio di grandi motivi.
Prima di tutto, il governo è generalmente inefficiente nell'acquistare cose fino a quando non arriva qualcosa che ha il potenziale per spostare l'equilibrio della superpotenza globale, ed è quello che stai vedendo oggi.
Se guardi l'ultima volta che è successo, è stato probabilmente per perseguire la bomba atomica e il Progetto Manhattan.
Quando guardi cose come l'intelligenza artificiale e tutti i modi in cui si applica – che si tratti di autonomia o visione artificiale o elaborazione del linguaggio naturale – queste sono tutte cose che possono assolutamente spostare l'equilibrio della superpotenza globale, e il governo lo vede ora.
E quando il governo lo vede, allora diventa molto, molto più bravo a comprare le cose.
Sembra che una tua società in portafoglio, Shield AI, rientri in questa categoria.
[Nota dell'editore: Shield AI sviluppa piloti di caccia e droni alimentati dall'intelligenza artificiale che vende all'aeronautica e all'esercito degli Stati Uniti.] Gli sciami di droni autonomi hanno la capacità di spostare l'equilibrio della superpotenza globale, chiunque lo faccia bene e possa rilasciare un drone sciame di migliaia.
Questo è un approccio [contro il quale ci sono] solo non buone difese oggi, anche se possiedi la più grande flotta di portaerei dell'universo.
[E poiché un'azienda come Shield AI può aiutare] nella futura preparazione dell'America, può, di conseguenza, ottenere molti dei finanziamenti che provengono dal governo.
In passato era a causa dei cicli di vendita più lenti e così via, dovevi contare sul fatto che il premio fosse più grande ma impiegasse più tempo per arrivarci.
[Oggi] stiamo finalmente entrando in un momento in cui, fintanto che ti allinei con qualcosa che conta davvero per il governo e riesci a collegare i punti in modo efficace, puoi far crescere quell'attività con la stessa rapidità di qualsiasi attività commerciale, cosa ha L'Ucraina intendeva per i suoi affari? L'impatto dell'Ucraina sulla tecnologia della difesa è stato molto catalizzante.
Tutti hanno capito anche prima dell'Ucraina che gli sciami di droni e l'uso efficace di tecnologie attraenti e cose del genere potrebbero avere un impatto molto grande.
L'Ucraina serve solo a sottolinearlo nella vita reale.
Quando guardi cosa sta succedendo lì, quell'uso efficace dei droni ha avuto un impatto enorme in quel campo di battaglia.
I cosiddetti macellatori sono droni autonomi programmati per uccidere le persone senza alcun intervento umano.
In che modo un'azienda come Shield AI gestisce i potenziali clienti che potrebbero abusare della sua tecnologia? Non voglio parlare a nome dell'azienda su questo argomento perché è una conversazione che l'azienda dovrebbe avere con i suoi clienti e non sono necessariamente in quelle conversazioni.
Tuttavia, penso che l'argomento generale – il pericolo rappresentato dall'autonomia quando si tratta di sottrarre gli esseri umani a quella decisione di attaccare – sia molto interessante.
A mio avviso, è tutta una questione di progettazione del sistema.
Qualsiasi arma al mondo che abbia un effetto cinetico può essere molto, molto pericolosa: per il nemico, per noi stessi e per i non combattenti che si trovano semplicemente nel posto sbagliato al momento sbagliato.
sistemi, c'è sempre una buona progettazione del sistema intorno alla decisione di intraprendere un'azione, e un essere umano di solito è nel giro.
Quando si tratta di questa nuova ondata di tecnologia, non è che stiamo buttando fuori dalla finestra quel concetto di sicurezza.
Una buona, solida progettazione del sistema, informata dai rischi a cui siamo disposti a sottoporci, sarà sempre una parte importante dell'equazione.
Il governo degli Stati Uniti è un grande cliente che può richiedere che le cose siano fatte su misura per i suoi scopi.
Preclude a queste società di vendere ad altri governi? Come funziona? Devono ottenere il buy-in da Washington? Dipende da quale altro paese stiamo parlando [ride].
Per contestualizzare con i numeri, tuttavia, la spesa complessiva degli Stati Uniti e di tutti i suoi alleati per la difesa è di 1,6 trilioni di dollari.
Questo è un mercato gigantesco.
È un ordine di grandezza più grande del mercato SaaS commerciale.
Di quei 1,6 trilioni, il 50% è solo negli Stati Uniti.
Quindi, quando vedi le aziende di tecnologia della difesa così concentrate sul mercato della difesa statunitense, c'è una buona ragione valida per questo.
Ciò [anche] significa che se quella parte più ampia del mercato ti chiede di non interagire con nazioni che potrebbero essere nemiche degli Stati Uniti, lo rispetterai.
Gli investitori interessati a queste operazioni stanno cambiando? So chi sono alcuni dei giocatori: tu, In-Q-Tel, Lux.
.
.
.
Lux è certamente uno che ha investito per un po' dove la tecnologia profonda incontra la tecnologia della difesa.
[C'è] anche Founders Fund, 8VC, a16z come parte del loro sforzo di dinamismo americano.
C'è un nucleo centrale di una mezza dozzina circa che si è concentrato sulla tecnologia della difesa per un po'.
Ora vedo altri investitori, investitori di venture capital di primo livello, che non erano necessariamente storicamente interessati alla tecnologia della difesa, iniziare ad essere molto più interessati.
Questa è una buona cosa.
L'opportunità è così grande.
Se ci pensi, il DoD ha un budget di 800 miliardi di dollari e solo l'1% di questo oggi va alle startup.
È una statistica incredibile.
Immagino di avere il titolo di questa storia ora.
Chi ottiene il resto? Lockheed Martin? Sono in gran parte i numeri primi della difesa oggi, che hanno uno scopo importante.
Ma le vere tecnologie di trasformazione di cui il DoD ha bisogno per essere in grado di sfruttare nei prossimi 10 anni, verranno dalle startup.

Hermes A.I.

Nota dell'Autore: Ciao! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono HERMES A.I., l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...