Snap conferma che gli utenti dell'UE saranno presto in grado di disattivare la "personalizzazione" dei contenuti

Snap è diventata l’ultima azienda di social media mainstream a seguire i cambiamenti in arrivo in Europa che includono la possibilità per gli utenti della sua app di messaggistica di disattivare la personalizzazione dei contenuti basata sul monitoraggio.
Le misure arrivano prima di un’importante scadenza per conformarsi alla normativa digitale venerdì.
Il Digital Services Act (DSA) dell'Unione Europea richiede che le piattaforme più grandi consentano agli utenti di rinunciare ai sistemi di raccomandazione dei contenuti basati sulla profilazione della propria attività sulla piattaforma, oltre a una serie di misure algoritmiche di trasparenza e responsabilità applicate ai cosiddetti VLOP ( piattaforme online molto grandi) e VLOSE (motori di ricerca online molto grandi).
La portata più ampia del regolamento – che si applicherà anche a decine di servizi digitali più piccoli dall’inizio del prossimo anno – introduce un quadro di governance che mira ad armonizzare il modo in cui le imprese online rispondono alle segnalazioni di contenuti, beni o servizi illegali.
Ad aprile Snapchat era tra le 19 piattaforme più grandi indicate dal blocco come soggette al livello di regolamentazione più severo, che richiede anche di identificare e mitigare i rischi sistemici sulle loro piattaforme, anche in relazione ad aree come la salute pubblica e la salute mentale dei minori.
Meta e TikTok hanno recentemente annunciato misure di conformità simili a Snap.
La scadenza per l'adeguamento delle 19 aziende alla DSA è il 25 agosto.
Le sanzioni per le violazioni del regime possono arrivare fino al 6% del fatturato annuo globale.
L'Europa avvia un hub di ricerca sull'intelligenza artificiale per applicare regole di responsabilità sulle Big Tech In un post sul blog sulle fasi di conformità DSA, Snap ha affermato che fornirà agli utenti nell'UE la possibilità di disattivare la personalizzazione nei feed Discover e Spotlight su Snapchat, in oltre a poter ottenere maggiori informazioni su come funzionano i suoi sistemi di raccomandazione dei contenuti basati sull'intelligenza artificiale.
"Come parte della nostra risposta DSA, tutti gli Snapchatter nell'UE avranno ora la possibilità di comprendere meglio il motivo per cui i contenuti vengono mostrati loro e avranno la possibilità di disattivare un'esperienza personalizzata di contenuti Discover e Spotlight", ha scritto, aggiungendo: "Abbiamo sviluppato una semplice guida per descrivere come funziona la personalizzazione su Snapchat." All'inizio di quest'anno l'azienda è salita a bordo del carrozzone dei chatbot AI lanciando un bot in-app in grado di rispondere alle chat degli utenti con risposte AI generative.
Abbiamo chiesto a Snap se anche gli utenti nell'UE potranno disattivare questo chatbot come parte della conformità DSA.
Altre modifiche relative ai DSA che Snap afferma nel post del blog includono il lancio di una libreria di trasparenza degli annunci per gli annunci destinati agli utenti nell'UE, di cui ha discusso come in arrivo il mese scorso, insieme a maggiori dettagli per gli utenti sul motivo per cui vedono un particolare annuncio e controlli per "limitare" la personalizzazione degli annunci mostrati loro (ad esempio nascondendo alcuni tipi di annunci e modificando le categorie di interessi di stile di vita loro assegnate).
"Chiunque può effettuare ricerche in questa libreria digitale di annunci pubblicitari mostrati nell'UE e vedere i dettagli delle campagne pubblicitarie a pagamento, ad esempio chi ha pagato per l'annuncio, un'immagine della creatività, la durata della campagna, le impressioni suddivise per paese dell'UE e informazioni sul targeting applicato", scrive della libreria di trasparenza degli annunci.
Snap ha anche annunciato un nuovo processo di notifica e ricorso per la rimozione dei contenuti, che a suo dire verrà eventualmente implementato a livello globale.
"Ora informeremo le persone con informazioni sul motivo per cui il loro account e determinati contenuti sono stati rimossi e consentiremo loro facilmente di presentare ricorso contro la decisione", scrive.
"Queste funzionalità saranno inizialmente disponibili per gli Snapchatter nell'UE prima di essere implementate nella nostra comunità globale nei prossimi mesi." Snap rileva inoltre che sta costruendo un'integrazione con l'API Transparency della Commissione europea, che, a suo dire, fornirà "alcune informazioni sulle decisioni di applicazione che sono state prese su account o contenuti basati sull'UE".
Il suo post sul blog ribadisce altri recenti cambiamenti che sta apportando in relazione alla pubblicità che si applicheranno agli utenti di Snapchat sia nell'UE che nel Regno Unito, incluso il divieto di pubblicità personalizzata per gli utenti di età compresa tra 13 e 17 anni.
Il targeting degli annunci per questi adolescenti è limitato a ciò che Snap definisce "informazioni di base essenziali", come le impostazioni della lingua, l'età e la posizione.
Sebbene il Regno Unito non sia più un membro dell’UE, il che significa che i DSA non si applicano, negli ultimi anni i legislatori del paese si sono concentrati sulla sicurezza dei bambini online, spingendo per l’adozione di un codice di progettazione inteso a impedire che i minori vengano tracciati e profilati.
Il rispetto del codice di progettazione è stato collegato a norme più ampie sulla protezione dei dati del Regno Unito che possono comportare anche pesanti multe in caso di violazione.
Prossimamente su TikTok in Europa: un feed "For You" senza l'algoritmo TikTok Meta conferma l'AI "off-switch" in arrivo su Facebook e Instagram in Europa

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: