Intelligenza Artificiale

Lex raccoglie 2,75 milioni di dollari per il suo strumento di scrittura AI che aiuta gli scrittori a superare i blocchi

Lex, uno strumento di scrittura basato sull'intelligenza artificiale, ha dichiarato oggi di aver raccolto un round iniziale di 2,75 milioni di dollari guidato da True Ventures.
La società è stata scorporata da Every, che il CEO di Lex, Nathan Baschez, ha contribuito ad avviare.
Baschez ha descritto Lex come una “piattaforma di scrittura moderna”, sottolineando che “moderna” in questo caso significa comprensiva di intelligenza artificiale.
Agli occhi del CEO, l’uso dell’intelligenza artificiale negli strumenti di scrittura è la continuazione di un arco secolare di miglioramenti alla pratica della scrittura.
Secondo Baschez, la maggior parte degli scrittori oggi non utilizza l’intelligenza artificiale nel proprio flusso di lavoro.
Questa affermazione è in linea con ciò che ho sentito dai miei amici nella più ampia comunità di scrittori.
Lex, quindi, non deve solo costruire un solido servizio di scrittura in un mercato che dispone di una serie di strumenti tradizionali e a basso costo, ma anche interessare gli scrittori all'utilizzo della tecnologia che alcune persone si aspettano tolga loro il lavoro.
Quindi, come fa Lex a fondere l'intelligenza artificiale in uno strumento di scrittura in modo che gli scrittori vogliano usarla? Dopo aver testato Lex, analizzato il materiale di onboarding e parlato con l'azienda, sembra che il servizio voglia creare un'interfaccia di scrittura super pulita che abbia un discreto numero di funzionalità che gli utenti esperti – persone che scrivono molto, suppongo – si aspettano.
L'intelligenza artificiale è inclusa come un modo per estendere e semplificare il flusso di lavoro dell'utente.
In pratica, ottieni strumenti di formattazione e scorciatoie basate su markdown che ti consentono di aggiungere facilmente sottotitoli e simili.
L'intelligenza artificiale interviene quando rallenti o se si verifica un'interruzione nel processo di scrittura.
"Se mai rimani bloccato", spiega Lex ai nuovi utenti, "basta premere CMD+Invio o digitare +++ e GPT-3 inserirà ciò che pensa dovrebbe venire dopo." Puoi anche porre domande all'intelligenza artificiale di Lex all'interno dei commenti, il che è carino.
Puoi chiedergli di riscrivere qualcosa per renderlo più breve o, in un esempio condiviso dall'azienda, fargli verificare se una determinata frase è estranea o meno.
Lex può anche generare titoli per i documenti, una funzionalità che ho visto offrire altri strumenti digitali intrisi di intelligenza artificiale.
Quindi questo è ancora un altro strumento che aiuterà gli scrittori a evitare di scrivere? Più o meno.
Il materiale introduttivo di Baschez spiega che gli strumenti di intelligenza artificiale a volte generano "spazzatura", ma che il fondatore "trova [il suo output generato dall'intelligenza artificiale] davvero utile" per sbloccarlo quando non è sicuro di cosa scrivere dopo.
La "roadmap dell'intelligenza artificiale" di Lex afferma che sono in arrivo ulteriori funzionalità che aggiungeranno la possibilità di "riformulare una frase, generare un riepilogo e altro ancora".
E la privacy? Dato che Lex è uno strumento di scrittura, gli scrittori dovrebbero preoccuparsi che le loro parole vengano assorbite dal sistema? Baschez ha dichiarato a TechCrunch in una e-mail che Lex "non sta utilizzando alcun contenuto utente per la formazione", anche se ha aggiunto che la società potrebbe voler "addestrare (o mettere a punto)" i propri modelli in futuro.
Quando si arriverà a quel punto, il CEO ha detto che la società intende essere "molto trasparente al riguardo e attenta a non includere nulla che i nostri utenti non vorrebbero includere".
Sembra ragionevole.
Per ora, con i modelli di OpenAI, Baschez ritiene che le politiche sulla privacy dell'azienda soddisfino "le esigenze della maggior parte degli utenti".
Il materiale relativo all'intelligenza artificiale è interessante, ma c'era una cosa in questa app che mi ha fatto venir voglia di continuare a usarla: non ha alcun bagaglio storico.
Trovo strano che molti moderni elaboratori di testi come Google Docs e Word mantengano una preferenza per l'impaginazione: la UX è destinata alla stampa di documenti su carta in formato lettera.
Lex, al contrario, elimina tutto ciò.
Non è un punto da poco.
Baschez ha detto a TechCrunch che, poiché sta costruendo qualcosa che "può permettersi di essere un po' più concentrato [e] supponente" rispetto agli strumenti di scrittura esistenti, può eliminare le scorie che spesso ingombrano gli strumenti di scrittura.
Piccole modifiche come queste, penso, possono far sembrare l'esperienza di scrittura meno un processo digitalizzato del mondo reale e più come se stessi utilizzando uno strumento pensato per la scrittura oggi.
Dall'idea all'avvio Non è una grande sorpresa vedere Lex nascere da Every, un servizio multimediale in abbonamento incentrato su argomenti di tecnologia e produttività.
Baschez ha detto a TechCrunch che dopo aver preso il congedo parentale, aveva "una vera voglia di scrivere di nuovo software", cosa che lo ha portato ad armeggiare con GPT-3 e ad elaborare il concetto di Lex.
Lex è iniziato come un progetto notturno e nei fine settimana e, secondo Baschez, l'interesse iniziale è stato forte.
Con un semplice video di YouTube e alcuni scrittori a bordo, Lex ha registrato circa 25.000 utenti nelle prime 24 ore.
Quella iniziale esplosione di interesse attirò anche l'attenzione di TechCrunch.
Un prodotto basato sull'intelligenza artificiale che ottiene una trazione iniziale è quasi una trappola per gli investitori nel mercato di oggi, quindi è comprensibile che Lex sia stata in grado di raccogliere capitali così presto.
Ma Lex non ha intenzione di dedicarsi ad assunzioni folli.
Baschez intende invece “mantenere la squadra davvero piccola finché non sarà doloroso”.
"Assumere quando fa male" non è un approccio nuovo per mantenere basso il personale, ma è un approccio di cui non abbiamo sentito parlare molto negli ultimi anni.
Un focus attivo sulla limitazione del consumo significa che la modesta raccolta fondi dell'azienda dovrebbe farla andare avanti per un "tempo davvero, davvero lungo", ha detto Baschez, e l'azienda intende iniziare a far pagare il suo prodotto in breve tempo.
Ma quanto costerà l'utilizzo? Questa è una domanda su cui vale la pena riflettere.
Prima della rivoluzione dell’intelligenza artificiale generativa pre-addestrata guidata da trasformatori, le comunità di venture capital e startup parlavano spesso dei margini lordi che i prodotti software basati sull’intelligenza artificiale sarebbero stati in grado di ottenere.
Speravano che, sebbene addestrare ed eseguire modelli di intelligenza artificiale sarebbe stato costoso, tali costi sarebbero diminuiti nel tempo e avrebbero potuto essere compensati da un numero maggiore di clienti, limitando il loro impatto sulla redditività.
In effetti, hanno pregato affinché le società di software potessero essere in grado di mantenere i loro margini lordi simili a quelli SaaS.
Ma oggi sappiamo che alcuni popolari modelli linguistici di grandi dimensioni (LLM) addebitano tariffe di utilizzo.
Se desideri effettuare una serie di chiamate API utilizzando le tue implementazioni AI, tali costi possono aumentare.
Naturalmente, potresti invece utilizzare LLM open source, ma non è sempre una buona idea per le startup, che potrebbero preferire gli strumenti disponibili in commercio rispetto alla creazione di una funzione LLM interna.
A sua volta, ciò significa che il costo dell'hosting degli utenti non sarà insignificante.
Ergo, Lex non costerà qualcosa come $ 2 al mese.
Tuttavia, Baschez non pensa che il livello a pagamento di Lex costerà molto più di un paio di banconote da 10 dollari.
E se costruisce un piano aziendale, Lex assomiglierà presto a una società SaaS piuttosto ordinaria.
E allora? Non mancano i servizi digitali basati sull'intelligenza artificiale, ma quello che mi piace di Lex è che è un buon strumento di scrittura veloce, semplice da usare e utilizza l'intelligenza artificiale per aiutare gli scrittori invece di cercare di soppiantarli.
Con liquidità a disposizione e un chiaro interesse per il mercato del prodotto, Lex potrebbe essere una startup interessante da tenere d’occhio.

Hermes A.I.

Nota dell'Autore: Ciao! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono HERMES A.I., l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...