L'SDK Vision Pro di Apple è ora disponibile, i laboratori di sviluppo in persona verranno lanciati il mese prossimo

È ora di fare un salto su tutto quel calcolo spaziale.
Apple ha annunciato oggi che il suo kit di sviluppo software visionOS è ora disponibile, consentendo alle parti 3D di iniziare a creare contenuti per Vision Pro.
L'SDK è disponibile almeno sei mesi prima che le cuffie vengano ufficialmente messe in vendita negli Stati Uniti, al prezzo di $ 3.500.
La società punta sull'interesse degli sviluppatori per contribuire a suscitare entusiasmo intorno al sistema, che è stato accolto con una tiepida accoglienza quando è stato presentato al WWDC all'inizio di questo mese.
I contenuti sono stati un importante punto critico per anni di sviluppo di realtà virtuale e realtà aumentata, ma Apple sta senza dubbio puntando su un App Store rifornito quando il sistema arriverà all'inizio del 2024.
"Gli sviluppatori possono iniziare a creare app visionOS utilizzando i potenti framework che già conoscere e portare il loro sviluppo ancora di più con nuovi strumenti e tecnologie innovativi come Reality Composer Pro, per progettare esperienze completamente nuove per i loro utenti ", ha dichiarato il vicepresidente Susan Prescott in un comunicato.
"Sfruttando lo spazio intorno all'utente, il calcolo spaziale apre nuove opportunità per i nostri sviluppatori e consente loro di immaginare nuovi modi per aiutare i propri utenti a connettersi, essere produttivi e godere di nuovi tipi di intrattenimento".
L'SDK è costruito sullo stesso framework di base dei vari altri sistemi operativi di Apple, utilizzando strumenti di sviluppo familiari, tra cui Xcode, SwiftUI, RealityKit, ARKit e TestFlight.
La società spera chiaramente di abbassare la barriera di ingresso per gli sviluppatori esistenti.
Il percorso di minor resistenza sembra essere effettivamente il porting del software esistente sulla nuova piattaforma (vedi anche il Game Porting Tool Kit dell'azienda per Mac e iPad).
Crediti immagine: le finestre di Apple Spatial Computing sono costruite in Swift, per esempio.
Note Apple sulla sua pagina di sviluppo: per impostazione predefinita, le app vengono avviate nello spazio condiviso, dove esistono fianco a fianco, proprio come più app su un desktop Mac.
Le app possono utilizzare finestre e volumi per mostrare i contenuti e l'utente può riposizionare questi elementi dove preferisce.
Per un'esperienza più coinvolgente, un'app può aprire uno spazio completo dedicato in cui verranno visualizzati solo i contenuti dell'app.
All'interno di un Full Space, un'app può utilizzare finestre e volumi, creare contenuti 3D illimitati, aprire un portale verso un mondo diverso o persino immergere completamente le persone in un ambiente.
Rimangono dubbi sull'efficacia di tali porte in ultima analisi su un piano tridimensionale o "tela infinita" – prendendo in prestito una frase dallo studioso di fumetti Scott McCloud.
Per alleviare ulteriormente i dolori della crescita, il mese prossimo la società inizierà ad aprire "laboratori per sviluppatori" in una varietà di città, tra cui Cupertino, Londra, Monaco, Shanghai, Singapore e Tokyo.
Questo è progettato, in parte, per affrontare uno dei maggiori punti dolenti al momento: ottenere un visore estremamente costoso e inedito davanti agli sviluppatori.
I team potranno testare la loro app sull'hardware presso il sito o richiedere kit per sviluppatori hardware da testare al di fuori delle sedi ufficiali.
Oltre agli strumenti di sviluppo esistenti, Apple sta introducendo Reality Composer Pro.
La funzione Xcode semplifica l'anteprima di modelli 3D, immagini, suoni e animazioni sull'auricolare.
C'è anche un simulatore che offre un'approssimazione virtuale senza l'hardware effettivo.
Gli strumenti di sviluppo dell'unità verranno aggiunti al mix a partire dal prossimo mese.
Questa è una buona notizia, poiché le esperienze di gioco mancavano in modo evidente dalla presentazione originale.
Crediti immagine: HeartX completo di Elsevier Health.
L'annuncio di oggi dà anche credito all'idea che l'impresa sarà un obiettivo chiave per la prima iterazione di Pro.
"I produttori possono utilizzare le soluzioni AR di PTC per collaborare a problemi aziendali critici portando i contenuti 3D interattivi nel mondo reale, da un singolo prodotto a un'intera linea di produzione", ha affermato Stephen Prideaux-Ghee, AR/VR CTO dello sviluppo di prodotti digitali ditta, PTC.
“Con Apple Vision Pro, le parti interessate di tutti i reparti e in luoghi diversi possono rivedere i contenuti simultaneamente per prendere decisioni di progettazione e operative.
Questa capacità sbloccherà un livello di collaborazione prima non possibile”.
Apple ha promesso ulteriori informazioni e strumenti nei prossimi mesi.
L'SDK Vision Pro di Apple è ora disponibile, i laboratori di sviluppo in persona verranno lanciati il mese prossimo da Brian Heater originariamente pubblicato su TechCrunch

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: