La trazione raccoglie semi da 6 milioni di dollari mentre lo spazio di acquisizione mercantile della Nigeria continua a riscaldarsi

Le micro, piccole e medie imprese (MPMI) costituiscono la spina dorsale dell'economia nigeriana, rappresentano oltre il 60% della crescita del PIL e svolgono un ruolo cruciale nella creazione di posti di lavoro.
Secondo il National Bureau of Statistics, ci sono oltre 39 milioni di tali aziende e l'87% opera in modo informale, il che significa che ricevono principalmente denaro e svolgono attività su carta.
Di conseguenza, molti piccoli commercianti lottano per sviluppare e capitalizzare le economie di scala ottenendo l'accesso a un ecosistema di strumenti digitali e servizi finanziari (credito, risparmio, strumenti di business e soluzioni di pagamento).
Mentre alcune PMI non sono disposte a provare prodotti finanziari, l'accesso alle soluzioni bancarie delle grandi istituzioni finanziarie non è facile.
È qui che entrano in gioco le startup.
Migliaia di altre aziende sono passate al digitale negli ultimi cinque anni, aprendo conti bancari e accettando pagamenti tramite terminali di punti vendita da alcuni di questi nuovi arrivati, tra cui Traction, la piattaforma di soluzioni commerciali con sede in Nigeria che oggi ha annunciato un seed round da 6 milioni di dollari.
L'investimento è stato ancorato dall'investitore panafricano Ventures Platform e Multiply Partners, con la partecipazione di P1 Ventures e altri investitori.
Traction, fondata nel 2020 da Mayowa Alli e Dolapo Adejuyigbe, è una fintech che consente alle piccole imprese di ricevere pagamenti, gestire account e accedere a strumenti operativi.
In un'intervista con TechCrunch, i fondatori, entrambi ex consulenti di McKinsey, hanno discusso di come il loro lavoro precedente, che includeva l'ideazione di iniziative di inclusione finanziaria in Nigeria, abbia evidenziato la difficile situazione delle piccole e medie imprese in tutto il paese dell'Africa occidentale.
Il co-CEO Adejuyigbe, durante la chiamata, ha affermato che le banche non hanno una comprensione completa delle attività delle PMI e forniscono servizi finanziari inadeguati.
Di conseguenza, lui e Alli hanno deciso di creare una piattaforma indipendente dalla banca che consentisse un ciclo di pagamento delle vendite end-to-end e l'accesso a servizi aggiuntivi per aiutare queste aziende a crescere.
Quella digitalizzazione end-to-end si presenta così: a partire dal software del punto vendita (per registrare le vendite, gestire l'inventario e gestire i clienti) e i terminali POS e i conti virtuali (per accettare i pagamenti), quindi progredendo per offrire altri servizi come come portafogli mercantili, prestiti anticipati in contanti, risparmi e pagamenti di bollette.
“Questa è stata la nostra tesi sin dal primo giorno.
È stato come un percorso di prodotti organici costruito da ciò che avevamo capito, intervistando e incontrando potenziali PMI o clienti ", ha affermato il co-capo della startup.
“Ciò che affermava era essenzialmente come un modello di acquisizione di commercianti offline che abbiamo visto anche negli Stati Uniti con Square, in America Latina con StoneCo, in Europa con SumUp e BharatPe in India.
È un chiaro playbook che ha guidato ciò che abbiamo costruito fino ad oggi.
Secondo Alli, Traction serve due categorie di commercianti: classico e premium.
Ha citato venditori di cibo di strada e piccoli negozi di quartiere come esempi di questa prima categoria.
Ha affermato che Traction è generalmente il primo impegno con l'accettazione di pagamenti digitali e servizi finanziari per questi commercianti, che costituiscono il 75% della base di utenti della piattaforma.
I commercianti premium, d'altra parte, sono più formali e hanno lasciato le banche a favore dei prodotti più accattivanti di Traction.
In particolare, entrambe le categorie si trovano in vari settori, tra cui cinque verticali per i quali Traction ha sviluppato soluzioni personalizzate: cibo e ristoranti, FMCG e catene di generi alimentari, aziende di moda, bellezza e lifestyle, negozi di elettronica e strutture sanitarie.
Il fintech di tre anni ha guadagnato questi commercianti in un modo diverso rispetto a molti dei suoi concorrenti nel più grande settore dei servizi finanziari dell'Africa.
Il prodotto di Traction ha soddisfatto fin da subito le esigenze specifiche dei suoi titolari di attività commerciali al dettaglio, a differenza di piattaforme come FairMoney (tramite la sua controllata PayForce), Nomba, OPay e Moniepoint, che utilizzavano modelli guidati da agenti distribuendo terminali POS prima di aggiungere software e business strumenti per completare i terminali.
Ha inoltre collaborato con altri attori dell'ecosistema per fornire le suddette offerte verticali specifiche.
Ad esempio, le aziende del settore alberghiero e della ristorazione possono accedere ai loro menu e ai sistemi di gestione delle prenotazioni, che sono perfettamente integrati con i loro sistemi di pagamento.
La fintech nigeriana FairMoney, guidata dal credito, acquisisce PayForce nel gioco del retail-merchant banking La trazione non ha a che fare.
"Fin dal primo giorno, il nostro intero sistema e il nostro design sono stati personalizzati per i commercianti", ha osservato il co-CEO quando è stato interrogato sulla posizione di Traction nello spazio di acquisizione dei commercianti.
“Non stiamo costruendo o entrando nel software; abbiamo già quel software e i commercianti lo stanno utilizzando attivamente.
Quindi vorremmo pensare di essere più avanti rispetto a una proposta di prodotto reale per i proprietari di attività commerciali".
Le metriche che Traction ha accumulato durante i suoi tre anni di viaggio dimostrano la viscosità del prodotto.
"Il volume delle transazioni che abbiamo effettuato nell'ottobre 2020 è un po' come quello che facciamo oggi nella nostra ora", ha osservato Alli.
Secondo il fintech, lo scorso anno ha registrato un aumento di 7 volte delle entrate e un aumento di 8 volte delle transazioni, servendo oltre 70.000 aziende in tutta la Nigeria.
Per quanto riguarda il credito, i fondatori hanno notato che Traction ha erogato oltre N2 miliardi di prestiti "con uno dei rapporti NPL più bassi del settore", secondo Adejuyigbe, che ha anche aggiunto che ciò è possibile perché quando Traction presta ai suoi commercianti, un percentuale di ogni transazione viene detratta giornalmente per estinguere il prestito fino a quando non viene saldato.
Ora che è dotata di capitale sufficiente, la startup, che dispone di una licenza per servizi di soluzioni di pagamento che le consente di operare come fornitore di soluzioni di pagamento in varie categorie di pagamento, cercherà di accelerare la sua crescita in Nigeria, rafforzare il suo team e promuovere l'espansione al di fuori della Nigeria , secondo una dichiarazione.
“Il modo in cui giochiamo in altri paesi potrebbe essere diverso.
Ma essenzialmente, sono gli stessi obiettivi che vogliamo per le PMI del commercio al dettaglio”, ha commentato Adejuyigbe.
Il fornitore africano di servizi di pagamento Nomba raccoglie 30 milioni di dollari, sostenuto da Base10 Partners e Shopify

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: