Lo Yoga Book 9i di Lenovo realizza tutto il potenziale di un laptop a doppio schermo

Lo Yoga Book 9i di Lenovo ha attirato sguardi sia di apprezzamento che di scettici al CES all'inizio di quest'anno, quando ha fatto il suo debutto ufficiale: con due schermi OLED da 13 pollici collegati con una cerniera centrale, è uno dei design di laptop più insoliti che siano mai entrati in produzione reale .
Il Lenovo Yoga Book 9i ($ 2.099) si basa su una lunga tradizione di notebook a doppio schermo e concetti di dispositivi portatili (insieme ad alcuni hardware di spedizione), ma è il primo che dimostra che il paradigma può funzionare – e funzionare bene – per molti persone.
Nozioni di base Il Lenovo Yoga Book 9i è definito da una caratteristica in particolare: invece di avere una tastiera hardware e un trackpad per la metà inferiore, ha un secondo schermo OLED da 13,3 pollici che si abbina a quello superiore.
Questi sono collegati da una notevole cerniera che ne consente l'uso in una serie di orientamenti e che si inserisce anche in un array di altoparlanti alimentato da Bowers & Wilkins (ne parleremo più avanti, ma spoiler: funziona davvero bene).
Nella confezione troverai anche una tastiera Bluetooth separata, uno stilo (la penna digitale Lenovo 3), un mouse Bluetooth e un supporto pieghevole in stile origami che funge anche da custodia per tastiera e stilo.
Il prezzo dell'adesivo di $ 2.099 può sicuramente sembrare alto a prima vista, ma Lenovo ha almeno fatto bene ai clienti includendo tutto ciò di cui hanno bisogno nella confezione invece di rendere disponibili accessori come tastiera, stilo e mouse frammentari come acquisti aggiuntivi dopo il fatto .
Crediti immagine: Darrell Etherington / TechCrunch Ovviamente, lo Yoga Book 9i è alimentato da Windows 11 sotto il cofano, con uno strato di software Lenovo sorprendentemente discreto e discreto incluso per garantire che tutta la magia del doppio schermo funzioni; cosa che fa per lo più, anche se con le cuciture del software che mostrano ancora un po 'qua e là, qualcosa che è del tutto previsto in un dispositivo di prima generazione che esegue il software precedente.
Nessuno di questi singhiozzi si rivela abbastanza fastidioso o distraente da compromettere l'esperienza complessiva di utilizzo dello Yoga Book 9i, che è comunque eccellente.
Hardware e design Il Lenovo Yoga Book 9i è, dall'alto verso il basso, un kit molto ben fatto.
Entrambi gli schermi sono stupendi, il che ha senso dato che condividono lo stesso pannello e le stesse specifiche, e sono racchiusi in un guscio metallico molto resistente con bordi arrotondati che sono piacevoli al tatto e hanno un bell'aspetto con finiture riflettenti lucide.
Lo Yoga Book 9i è disponibile in un solo colore, almeno al momento del lancio, che è un verde acqua che normalmente non sarebbe la mia scelta personale ma che funziona molto bene per distinguere a colpo d'occhio la nuova macchina anche quando è chiusa.
La mia unica lamentela qui è che mentre la tastiera inclusa è abbinata al colore del case, lo stilo e il mouse sono di un semplice grigio che sembra un po' esteticamente incongruo quando si lavora con l'intera configurazione combinata.
Fortunatamente, a parte alcune discutibili scelte di colorazione degli accessori, Lenovo ottiene tutto il resto praticamente esattamente a posto.
Le metà superiore e inferiore dello Yoga Book 9i si chiudono con un soddisfacente clic appiccicoso e la cerniera le mantiene in qualsiasi angolazione tu scelga di usarle.
Ciò è particolarmente importante perché lo Yoga Book 9i può essere utilizzato in diversi modi, incluso un orientamento standard per laptop con o senza la tastiera hardware fissata magneticamente al display inferiore; con lo schermo capovolto completamente in una modalità tablet a schermo singolo; con i display impilati uno sopra l'altro e appoggiati sul supporto in modalità a doppio schermo orizzontale; con i display uno accanto all'altro in un orientamento verticale a doppio schermo; o con entrambi gli schermi attivi e di fronte a due diversi utenti su entrambi i lati in modalità tenda.
Crediti immagine: Darrell Etherington / TechCrunch La cerniera che consente tutta quella flessibilità è di per sé una meraviglia: è interamente coperta da una griglia e dispone di altoparlanti ovunque, che forniscono il suono in qualsiasi direzione sia necessaria.
L'hardware e la messa a punto di Bowers & Wilkins si traducono in un suono davvero sorprendentemente eccezionale dagli altoparlanti del notebook: è più che in grado di fornire un'esperienza di visione di film o video eccezionale e funziona anche adeguatamente bene per riprodurre musica se sei bloccato senza cuffie o un altoparlante esterno.
La fotocamera integrata ha un sensore da 5 MP e IR in modo che funzioni per l'accesso al riconoscimento facciale di Windows Hello e c'è un interruttore di disabilitazione hardware sul lato del display inferiore del laptop per coloro che apprezzano una maggiore garanzia della privacy.
In uso, la fotocamera era più che adeguata per le videoconferenze e sembrava gestire bene una gamma di condizioni di illuminazione diverse, sia all'interno che all'esterno.
Una nota aggiuntiva qui sulla qualità dell'hardware: è anche molto resistente, un fatto che posso attestare a causa di due incidenti casuali molto insoliti ma alla fine utili: in primo luogo, lo Yoga Book 9i è caduto da una scrivania in piedi che stavo usando all'esterno quando il mio ombrellone ci è esploso accidentalmente e l'ha rovesciato.
È sopravvissuto a questo senza danni o segni distinguibili di sorta.
Il secondo incidente si è verificato quando il gancio che reggeva il mio enorme lampadario della sala da pranzo si è spento durante la notte, consentendo alla lampada interamente in metallo di oscillare, come una palla da demolizione, direttamente nella parte posteriore della superficie posteriore dello Yoga Book 9i, facendolo cadere dalla mia sala da pranzo tavolo della stanza a terra.
Quest'ultima volta ha provocato graffi superficiali molto, molto piccoli (come se quasi non si vedessero) sulla finitura della vernice, ma non ha avuto alcun altro impatto sulla macchina né fisicamente (cioè senza ammaccature) né in termini di funzionalità.
È costruito come un carro armato, che in realtà è una caratteristica davvero utile per un laptop come questo che vorrai maneggiare molto, girare, viaggiare e cambiare orientamento lavorativo.
Crediti immagine: Darrell Etherington / TechCrunch Prestazioni Lo Yoga Book 9i è alimentato da un Intel Core i7 di 13a generazione, viene fornito con 16 GB di RAM DDR5X, ha una grafica Intel Iris X integrata e un SSD da 1 TB.
Ci sono tre porte Thunderbolt 4 (una a sinistra e due a destra) e ci sono Bluetooth 5.1 e Wifi 6E in termini di connettività.
I due schermi OLED hanno una risoluzione di 2,8 K, sono compatibili con HDR con una luminosità massima di 400 nit e frequenze di aggiornamento di 60 Hz.
Sebbene sulla carta non abbia specifiche sorprendenti rispetto ad alcuni degli ultimi ultrabook in circolazione, le prestazioni pratiche dello Yoga Book sono più che sufficienti per la maggior parte delle persone.
È una macchina veloce che si sente veloce e agile e può gestire i flussi di Photoshop e Lightroom con relativa facilità.
Non l'ho usato per l'editing video, quindi il tuo chilometraggio può variare lì, ma è un eccellente cavallo di battaglia per chiunque lavori principalmente nella suite di lavoro di Office/Google, e-mail e supporti leggeri.
Crediti immagine: Darrell Etherington / TechCrunch Per quanto riguarda il consumo dei media, questo è sicuramente uno dei suoi punti di forza.
I display sono entrambi fantastici per guardare video, e il secondo schermo significa che hai opzioni integrate per il multitasking, incluso fare cose come navigare sul web o usare Twitter mentre stai guardando qualcosa, o disegnare/dipingere digitale sullo schermo inferiore durante la visualizzazione di un riferimento in alto.
A parte le prestazioni dei suoi componenti, una delle chiavi del successo del Lenovo Yoga Book 9i è quanto sia bravo a sfruttare il suo design fisico unico.
Come ci si aspetterebbe, ci sono dei compromessi quando si tratta di utilizzare un notebook con due schermi invece di uno solo con tastiera hardware e trackpad installati in modo permanente nell'altro.
Crediti immagine: Darrell Etherington / TechCrunch Lenovo ha effettivamente svolto un lavoro straordinario mitigando la maggior parte di questi, con gesti multitouch per richiamare facilmente la tastiera software e il trackpad ogni volta che ne hai bisogno all'istante e un intelligente meccanismo di aggancio basato su magnete per la tastiera hardware inclusa ciò significa che puoi facilmente inserirlo in posizione ogni volta che devi immergerti in una sessione mirata di rapido output WPM.
Il fatto che il supporto funzioni così bene, ma funge anche da custodia sia per la penna che per la tastiera, il che rende sia quelle che il computer un pacchetto estremamente portatile.
Se ho avuto una lamentela significativa sullo Yoga Book 9i quando si tratta di prestazioni, è la durata della batteria.
I due display assorbono ovviamente energia aggiuntiva rispetto a uno solo nelle macchine più tradizionali, ed è uno schermo di altissima qualità e abbastanza luminoso.
In pratica, ho una media di circa 6 ore di utilizzo per carica, e questo può diminuire considerevolmente se stai facendo cose che sono faticose come lunghe riunioni video.
È un ritorno a giorni molto precedenti in mezzo a un mare di centrali elettriche portatili molto longeve, ma dato lo spazio extra sullo schermo con cui stai lavorando, ha anche senso come compromesso.
Conclusione Il Lenovo Yoga Book 9i sembrava un po' un'acrobazia quando ha fatto il suo debutto ufficiale all'inizio di quest'anno: ambizioso, certamente, ma pratico? Non sembrava probabile.
Ora che è qui, però, posso dire che in realtà è estremamente pratico, e infatti si classifica come il mio taccuino preferito da usare, punto.
Ciò tiene conto della durata della batteria relativamente scarsa che ho menzionato e di alcune altre concessioni molto minori al fattore di forma come non essere in grado di chiudere il coperchio della tastiera hardware quando è collegata magneticamente al display inferiore.
Ho evitato la maggior parte dei cambiamenti del fattore di forma nel mondo dei PC: ibridi, 2 in 1, tablet con tastiere rimovibili, ecc.
Il Lenovo Yoga Book 9i ha sfondato con il suo esclusivo approccio a doppio schermo incernierato, che funziona bene sia a casa e in viaggio, e che offre qualcosa che nessun altro concorrente, indipendentemente dal marchio, può pretendere di eguagliare.
Crediti immagine: Darrell Etherington / TechCrunch Lo Yoga Book 9i di Lenovo realizza tutto il potenziale di un laptop a doppio schermo di Darrell Etherington originariamente pubblicato su TechCrunch

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: