Le "microfabbriche" di SAEKI aiutano la grande produzione a espandersi

I settori dell'architettura, dell'ingegneria e delle costruzioni utilizzano giganteschi stampi in calcestruzzo che sono costosi, lenti da produrre e spesso utilizzati solo poche volte prima di essere smaltiti.
La startup Robots-as-a-service SAEKI afferma che la sua tecnologia non solo rende la creazione di questi stampi più veloce, ma anche più economica.
L'azienda svizzera di Lupfig sta costruendo impianti completamente automatizzati con robot industriali che utilizzano la tecnologia 3D per creare componenti come ali di aerei e installazioni in cantiere.
SAEKI è stata lanciata di nascosto oggi con 2,3 milioni di dollari di finanziamenti iniziali guidati da Wingman Ventures, insieme alla partecipazione di Vento Ventures, Getty Capital e angel investor.
Attualmente sta costruendo il suo primo hub di produzione, che disporrà di robot industriali in grado di combinare metodi di produzione digitale, tra cui stampa 3D, fresatura e ispezione.
SAEKI afferma che i robot agiscono ciascuno come "microfabbriche", il che significa che sono unità autonome che possono eseguire tutte le fasi di produzione.
SAEKI è stata fondata nel 2021 da Andrea Perissinotto, Oliver Harley e Matthias Leschok.
Perissinotto ha detto a TechCrunch di essersi interessato alla produzione da bambino, imparando a lavorare i metalli nell'officina di suo zio e costruendo la sua prima stampante 3D quando aveva 12 anni.
stavano entrambi studiando e hanno iniziato a lavorare con Leschok per combinare stampa 3D e robot industriali.
I tre stavano completando gli studi durante la pandemia quando Perissinotto ha deciso di voler lasciare il mondo accademico e diventare imprenditore.
SAEKI è stata fondata nel febbraio 2021 per combinare la robotica con la stampa 3D, la lavorazione e l'ispezione.
Durante quel processo, Perissinotto ha affermato che lui e i suoi colleghi hanno appreso che la stampa 3D per oggetti di grandi dimensioni, come pale di turbine eoliche, parti di aeroplani e automobili, era ancora all'inizio dello sviluppo e non era ancora alla qualità e alla scala del settore.
Hanno deciso di focalizzare la loro nuova startup sul tema creando fabbriche completamente automatizzate con celle robotizzate indipendenti che i clienti possono prenotare.
Vuoi ricevere le migliori notizie sulla robotica nella tua casella di posta ogni settimana? Registrati per Actuator qui.
SAEKI produce i componenti di grandi dimensioni necessari a industrie come l'edilizia, l'aerospaziale e l'automotive, senza la necessità di riattrezzare le proprie macchine.
Questo è un vantaggio in termini di tempo e costi per i componenti che vengono utilizzati solo poche volte durante il processo di costruzione e produzione.
Ad esempio, quando si costruiscono edifici in cemento, i costruttori hanno prima bisogno di uno stampo chiamato "cassaforma".
A meno che non venga utilizzato per qualcosa di standard, come una parete o un soffitto piatto, è necessario creare una cassaforma speciale da zero.
In genere, sono costruiti a mano in legno e demoliti dopo che la costruzione è stata completata.
La soluzione di SAEKI è quella di utilizzare materiali termoplastici riciclabili che vengono stampati in 3D e lavorati da uno dei suoi robot e consegnati ai cantieri.
Prevede inoltre di lavorare con l'industria dei compositi, che costruisce le parti leggere ma resistenti che si trovano su aeroplani, automobili e biciclette, tra le altre cose.
Queste parti sono generalmente realizzate in stampi complessi creati da metallo o materiali compositi.
Perissinotto ha affermato che questo crea un collo di bottiglia per le aziende perché gli stampi sono costosi e richiedono molto tempo per essere costruiti.
L'obiettivo di SAEKI è ridurre i costi dei tempi di consegna e utilizzare i propri processi di attrezzaggio per consentire alle aziende del settore dei compositi di avere cicli di produzione hardware più rapidi.
Poiché i robot di SAEKI agiscono come "microfabbriche", ciò significa che i suoi clienti non devono acquistare un'altra nuova macchina o occupare più spazio nelle loro strutture.
Perissinotto ha affermato che questo è il motivo per cui SAEKI ha deciso di utilizzare un modello di business robot-as-a-service, poiché consente ai clienti di acquistare solo la quantità di tempo di cui hanno bisogno con una macchina.
SAEKI sta attualmente finalizzando i suoi primi progetti pilota nel settore dell'architettura, dell'ingegneria e delle costruzioni (AEC), con i clienti che utilizzano la sua cassaforma stampata in 3D per creare elementi in calcestruzzo personalizzati.
I suoi clienti AEC target includono società di costruzioni, prefabbricatori, interior designer e architetti.
Perissinotto ha affermato che SAEKI sta già generando entrate grazie ai suoi progetti pilota.
Sta costruendo la sua prima fabbrica in Svizzera, ma i suoi robot sono già operativi e producono pezzi già da qualche mese.
In termini di concorrenza, Perissinotto ha affermato che la produzione additiva è da anni un "argomento importante" e, anche se ci sono stati progressi significativi nella tecnologia, l'accettazione da parte del mercato non è stata pienamente all'altezza di tale progresso, in gran parte a causa del costo dei macchinari coinvolto.
Anche se la produzione additiva ha guadagnato una certa trazione nel mercato industriale, è ancora nelle fasi iniziali quando si tratta di applicazioni su larga scala, ha aggiunto.
Le aziende che offrono macchine per la produzione additiva su larga scala includono CEAD BV, Caracol AM e Therwood Inc, ma Perissinotto ha affermato che i clienti di SAEKI desiderano un approccio diverso.
"Ciò che sentiamo costantemente da persone e aziende è il desiderio di soluzioni più rapide e sostenibili per le loro parti", ha affermato.
"Offrire semplicemente risparmi attraverso una macchina multimilionaria che richiede molto spazio e risorse aggiuntive, inclusa l'assunzione di personale esperto in nuovi processi e materiali, non è allettante per loro." Queste aziende di robotica stanno assumendo

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: