Prosus riduce la valutazione del gigante dell'edtech Byju a 5,1 miliardi di dollari

Prosus, il più grande azionista non fondatore di Byju's, ha drasticamente ridotto il valore della sua partecipazione nel gigante dell'edtech, il che implica una valutazione nettamente ridotta di 5,1 miliardi di dollari per la startup indiana.
Prosus ha rivelato martedì di aver ridotto il valore della sua partecipazione del 9,6% in Byju's a circa 493 milioni di dollari nell'anno finanziario terminato a marzo.
Questa cifra è in netto contrasto con i 6 miliardi di dollari a cui Prosus aveva valutato Byju's nel novembre dell'anno precedente.
Più preoccupante, si tratta di un calo sbalorditivo rispetto alla valutazione di $ 22 miliardi a cui Byju's ha raccolto più tranche di finanziamenti negli ultimi 18 mesi.
Il ribasso arriva in un momento in cui la startup indiana di maggior valore è alle prese con una serie di sfide: una battaglia legale con i finanziatori, le dimissioni dei membri del consiglio e la partenza della società di revisione globale Deloitte.
Prosus, Peak XV Partners e Chan Zuckerberg Initiative hanno confermato alla fine della scorsa settimana che i loro rappresentanti si erano dimessi dal consiglio di Byju's.
Le dimissioni dei membri del consiglio sono arrivate poco dopo che Deloitte ha comunicato al consiglio della startup che si sarebbe anche dimesso dal suo ruolo.
Deloitte, che avrebbe dovuto lavorare con Byju's fino al 2025, ha affermato che il gigante edtech non è riuscito a consegnare i risultati finanziari per l'anno conclusosi a marzo 2022.
Nella sua relazione annuale di martedì, Prosus ha dichiarato di aver perso "un'influenza significativa" su Byju's durante il anno in corso “per la perdita della rappresentanza consiliare”.
Prosus non è solo uno dei maggiori azionisti di Byju's, è anche uno dei primi.
Il gigante degli investimenti non ha mai venduto la sua partecipazione nella startup indiana, che ad oggi ha raccolto oltre 6 miliardi di dollari.
Inoltre, non è l'unico azionista di Byju a svalutare il valore della loro partecipazione iniziale.
Byju Raveendran, co-fondatore e amministratore delegato di Byju's, ha lavorato per garantire un consistente round di finanziamento per calmare i suoi investitori esistenti.
TechCrunch ha riferito il mese scorso che Byju's era in trattative con fondi sovrani e altri investitori, con l'obiettivo di raccogliere fino a $ 950 milioni.
In una chiamata agli azionisti la scorsa settimana, il chief financial officer di Byju's si è impegnato a concludere la revisione contabile per l'esercizio finanziario che termina a marzo 2022 entro settembre di quest'anno e per l'esercizio finanziario che termina a marzo 2023 entro dicembre, ha affermato una persona informata sui verbali di la chiamata.
Raveendran ha anche assicurato agli azionisti di aver inteso una transizione più agevole per i membri del consiglio e ha riconosciuto la brusca partenza di Deloitte.
Ha tentato di placare le preoccupazioni affermando che era tutto impegnato con Byju's, avendo iniettato centinaia di milioni di dollari di fondi personali, presi come prestiti, nella società.
“Il Byju non è opera mia; è la mia vita”, ha affermato, secondo la persona informata.
Prosus riduce la valutazione del gigante edtech Byju a $ 5,1 miliardi di Manish Singh originariamente pubblicato su TechCrunch

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: