Intelligenza Artificiale

15 investitori alzano il coperchio sulle più grandi sorprese del primo semestre 2023

La prima metà del 2023 non è stata gentile con le startup, ma anche agli investitori di capitale di rischio non sono state risparmiate le emicranie.
Alcuni VC hanno avuto un momento difficile, con le loro società in portafoglio che hanno avuto difficoltà a raccogliere fondi, mentre altri hanno ridotto la cadenza degli investimenti per adeguarsi all'attuale clima di investimento.
Ma cosa avrebbero fatto diversamente se avessero avuto una sfera di cristallo? Per scoprirlo, abbiamo chiesto a 15 investitori quali sono stati i trend più inaspettati dell'anno finora.
Piuttosto prevedibilmente, le più grandi sorprese sembrano essere tutte legate all'IA in un modo o nell'altro.
Diversi investitori hanno affermato che mentre sono stati colti di sorpresa dalla rapidità con cui l'IA generativa è decollata, il vero fatto che ha sollevato le sopracciglia è stato che i fondi di capitale di rischio sono passati da una posizione conservatrice a saltare a capofitto nelle tabelle dei limiti delle società legate all'IA apparentemente dall'oggi al domani.
“La sorpresa n.
1 è stata la velocità dei finanziamenti e delle valutazioni nello spazio dell'IA generativa.
Probabilmente nessuna sorpresa lì.
Ma è davvero una storia di "abbienti" e "non abbienti" nella raccolta fondi in questo momento ", ha affermato Matt Murphy, partner di Menlo Ventures.
Cerchiamo fondatori che partecipino a un sondaggio TechCrunch+ sull'utilità di vari eventi incentrati sui fondatori.
Se sei un fondatore e hai qualcosa da condividere sulle tue esperienze in tali eventi, compila questo modulo.
Jenny He, fondatrice e socio accomandatario di Position Ventures, ha avuto un'opinione simile: "Sono rimasta sorpresa dalla rapidità con cui si è verificato il boom dell'IA nel 2023 e da quante aziende di alto livello sono passate da un approccio attendista alla fine del 2022 a diventare molto attivo nel 2023.
Alcune delle nostre società in portafoglio sono passate da turni interni silenziosi a round competitivi molto accesi con un rapido aumento all'inizio del 2023, stimolati dal boom dell'IA.
Tuttavia, non tutte le sorprese relative all'IA sono state positive.
John Tough, managing partner di Energize Ventures, è rimasto sconcertato dalla facilità con cui alcune aziende hanno cannibalizzato i loro fondi per il clima per acquistare AI.
"Sapevamo che l'interesse degli investitori generalisti per il clima era fugace, ma è stato comunque sorprendente vedere quanti nomi familiari pianificassero di lanciare un'area di interesse sul clima e poi passare a LLM e AI", ha affermato.
Anche per Rajeev Dham, partner di Sapphire Ventures, questo rapido aumento degli investimenti nell'intelligenza artificiale ha portato alcune preoccupazioni.
"Non c'è dubbio che i progressi nell'IA genereranno un incredibile insieme di aziende, sconvolgeranno le industrie e saranno la tecnologia trasformativa che spingerà molto più produttività all'interno delle aziende esistenti, ma la mia preoccupazione è che siamo ancora al primo inning, che porterà a un sacco di capitale perduto”, ha detto.
Tuttavia, non si trattava solo di intelligenza artificiale.
Mark Grace, un investitore di M13, è rimasto sorpreso dalla gamma di valutazioni nella fase iniziale: “Le gamme di valutazione sono ovunque, specialmente nella fase di Serie A.
Sappiamo tutti quanto siano state tranquille le fasi successive e il mercato dei semi sia sembrato stranamente resistente.
Tuttavia è stato interessante vedere l'ampia variazione nei prezzi della Serie A".
Per quanto riguarda ciò che gli investitori vorrebbero aver fatto in modo diverso, molti hanno ritenuto che avrebbero dovuto essere più veloci nell'assorbimento e più attivi di quanto non fossero.
"In ambienti macro come questo ti penti sempre di non essere più attivo mentre tutti gli altri avevano paura", ha affermato Logan Allin, managing partner e fondatore di Fin Capital.
"Questi cicli si verificano solo così spesso e sono un vantaggio per i nuovi investimenti netti nei portafogli".
Jason Lemkin, CEO e fondatore di SaaStr, vorrebbe aver avuto il tempo di incontrare più fondatori.
“Ho rallentato nel 2022 come molti, e avrei dovuto riprenderlo di più.
I multipli sono ancora relativamente bassi in SaaS, ma le grandi aziende si stanno formando più spesso che mai.
Ma la nostra risposta preferita a questa domanda è arrivata di gran lunga da Howie Diamond, amministratore delegato e socio accomandatario di Pure Ventures: "Non ho investito personalmente in azioni della First Republic Bank!" Continua a leggere per saperne di più su ciò che gli investitori hanno ritenuto essere le maggiori sorprese e ciò che hanno appreso dalla prima metà del 2023.
Abbiamo parlato con: Matt Murphy, partner, Menlo Ventures Sheila Gulati, amministratore delegato, Tola Capital Gen Tsuchikawa, CEO, Sony Ventures Corporation Logan Allin, managing partner e fondatore, Fin Capital Jason Lemkin, CEO e fondatore, SaaStr Kaitlyn Doyle, vice president, venture, TechNexus Venture Collaborative Rajeev Dham, partner, Sapphire Ventures Jenny He, fondatore e general partner, Position Ventures Oliver Keown, managing direttore, Intuitive Ventures Rex Salisbury, fondatore e socio accomandatario, Cambrian Ventures John Tough, socio amministratore, Energize Ventures John Henderson, socio, AirTree Christopher Day, CEO, Elevate Ventures Mark Grace, investitore, M13 Howie Diamond, amministratore delegato e socio accomandatario, Pure Ventures Matt Murphy, partner, Menlo Ventures Siamo curiosi di sapere se hai incontrato qualche sorpresa nel mondo degli investimenti in startup finora nel 2023…
La sorpresa n.
1 è stata la velocità dei finanziamenti e delle valutazioni nello spazio dell'IA generativa.
Probabilmente nessuna sorpresa lì.
Ma è davvero una storia di "abbienti" e "non abbienti" nella raccolta fondi in questo momento.
La sorpresa n.
2 è la scarsità di aziende in fase avanzata di raccolta.
Non è così sorprendente, ma dietro le quinte, le aziende stanno ancora mettendo in ordine le loro case ed è davvero difficile vendere in questo momento, quindi le aziende stanno macinando le cose finché non trovano più prevedibilità.
Il numero 3 sarebbe la quantità di fusioni e acquisizioni e società che cercano di essere acquisite.
Vedremo solo che acceleri.
Col senno di poi, cosa vorresti aver fatto di diverso nei primi sei mesi del 2023? Abbiamo mobilitato l'intera azienda attorno a GenAI e ha dato i suoi frutti.
Abbiamo un solido portafoglio e continuiamo a investire.
Abbiamo persino una manciata di investitori che partecipano agli hackathon e programmano nel loro tempo libero.
Vorrei solo che avessimo iniziato a costruire quella pipeline in modo più mirato nel 2022.
Molte di queste attività vengono avviate da fondatori che lasciano aziende con sacche di talento AI, quindi devi davvero concentrarti a monte sui fondatori prima che ci sia anche solo un luccichio completo negli occhi.
Finora abbiamo fatto un ottimo lavoro e quest'anno abbiamo davvero raddoppiato il programma Future Founders di Menlo.
Sheila Gulati, amministratore delegato, Tola Capital Siamo curiosi di sapere se hai incontrato qualche sorpresa nel mondo degli investimenti in startup finora nel 2023…
Gli investimenti in startup nel 2023 sono stati caratterizzati da difficili venti contrari macroeconomici da un lato e dall'accelerazione dell'AI l'altro.
La dicotomia ha creato un ambiente di investimento di startup di ricchi e poveri che è stato piuttosto interessante e, in una certa misura, sorprendente.
Sono sorpreso che la conversazione sull'IA non sia più incentrata sul potenziale di AI for Good.
Ci sono problemi intrattabili che la società deve ancora risolvere in cui l'IA potrebbe offrire una svolta.
La tecnologia ha una storia di presentazione di questo tipo di scoperte e quindi è stata foriera di ottimismo.
L'intelligenza artificiale non è diversa e vedo l'istruzione come un ottimo esempio di dove l'IA potrebbe offrire a ogni bambino un'istruzione personalizzata che affronti il loro stile di apprendimento, le esigenze di ritmo e le modalità adattive.
Ciò potrebbe far progredire le pratiche educative per tutti gli studenti e fornire il diritto inalienabile all'istruzione per tutti offerto da una buona società.
Sono ossessionato dal pensare a questi tipi di scenari e lavorarci sopra, poiché l'IA offrirà molte scoperte per il mondo.
Col senno di poi, cosa vorresti aver fatto di diverso nei primi sei mesi del 2023? Anche se ci abbiamo dedicato del tempo, vorremmo aver trascorso ancora più tempo con accademici e ricercatori presso istituzioni di alto livello focalizzate sull'IA.
Riteniamo che un buon sottoinsieme dei decacorni della generazione AI deriverà da un'approfondita ricerca tecnica, gran parte della quale si trova oggi nei laboratori di ricerca accademici.
Gen Tsuchikawa, CEO, Sony Ventures Siamo curiosi di sapere se finora ti sei imbattuto in qualche sorpresa nel mondo degli investimenti in startup nel 2023…
15 investitori alzano il coperchio sulle più grandi sorprese del primo semestre 2023 di Karan Bhasin originariamente pubblicato su TechCrunch

Hermes A.I.

Nota dell'Autore: Ciao! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono HERMES A.I., l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...