6 investitori fintech parlano di intelligenza artificiale, ribassi e cosa ci aspetta

Al culmine del boom dei finanziamenti nel 2021, nessun singolo settore ha goduto di tanti soldi di VC come le startup fintech.
Ma nel 2023 sembra che le società fintech debbano lavorare di più per ottenere finanziamenti.
I finanziamenti globali nello spazio hanno toccato il minimo di sei anni nel secondo trimestre, secondo CB Insights.
In particolare, a seguito di un picco dei finanziamenti nel primo trimestre guidato dal valore anomalo di $ 6,5 miliardi di Stripe, i finanziamenti fintech globali sono diminuiti del 48% a $ 7,8 miliardi nel secondo trimestre del 2023.
Anche le valutazioni hanno subito un duro colpo.
Con solo poche eccezioni, le società fintech un tempo preziose hanno visto le loro valutazioni diminuire in modo significativo, sulla base dell'attività azionaria secondaria analizzata da Notice.co, che offre uno strumento di determinazione dei prezzi per i mercati privati.
Stiamo allargando il nostro obiettivo, cercando più investitori che partecipino ai sondaggi TechCrunch+, in cui interroghiamo i migliori professionisti sulle sfide nel loro settore.
Se sei un investitore e desideri partecipare a sondaggi futuri, compila questo modulo.
Pertanto, non sorprende che l'intelligenza artificiale (AI) sia un argomento caldo di conversazione nello spazio, poiché le aziende lavorano per incorporarla nelle loro offerte, alcune in modo più significativo di altre, nel tentativo di distinguersi.
"Abbiamo visto molte delle nostre società in portafoglio adottare l'intelligenza artificiale per aumentare l'efficienza, migliorare l'automazione e consentire una comunicazione più rapida con i propri clienti", ha affermato Lizzie Guynn, partner di TTV Capital.
Ma Hans Tung, socio dirigente di GGV, ha avvertito che solo perché l'intelligenza artificiale è il settore caldo del momento, gli investitori non dovrebbero investire ciecamente in esso.
“L'intelligenza artificiale è .
.
.
sopravvalutato.
L'intelligenza artificiale è fondamentale per il core business in alcune aziende, mentre in altre è semplicemente un personaggio di supporto", ha affermato.
"Apprezziamo la conoscenza del dominio e le informazioni su come applicare al meglio le soluzioni tecniche per risolvere i punti deboli dei clienti, siano essi consumatori o imprese".
Nel complesso, navigare nel panorama del venture capital come startup fintech nel mercato odierno richiede resilienza, perseveranza e un quadro di pensiero più responsabile sulla crescita.
È chiaro che gli investitori impiegano più tempo per valutare le operazioni di quanto non lo fossero durante il boom dei finanziamenti.
Aditi Maliwal, un partner di Upfront Ventures, ha spiegato come pensano gli investitori nel settore: "Possiamo impiegare un po' più di tempo per prendere una decisione di investimento, poiché i processi non avvengono in 24 ore come hanno fatto a ad un certo punto nel 2020!” Per aiutare i lettori di TechCrunch+ a capire cosa pensano gli investitori fintech in questi giorni, oltre a cosa dovresti sapere prima di avvicinarti a loro, abbiamo intervistato sei investitori attivi nelle ultime due settimane.
Inoltre, sono stati così gentili da condividere alcuni dei consigli che stanno dando alle loro società in portafoglio.
Abbiamo parlato con: Mark Goldberg, partner, Index Ventures Aditi Maliwal, partner, Upfront Ventures Hans Tung, managing partner, GGV Capital Lizzie Guynn, partner, TTV Capital Ed Yip, partner, Norwest Venture Partners Lauren Kolodny, co-fondatrice e partner, Acrew Capital Mark Goldberg, partner, Index Ventures Tutti parlano di intelligenza artificiale.
Se un'azienda non lo sta già utilizzando, sta cercando modi per incorporarlo nelle proprie operazioni.
Cosa sta ottenendo il pollice alzato e cosa non è nel tema del momento? Ciò che mi ha sorpreso dell'intelligenza artificiale nel fintech è quanto sembra essere nascosto (automatizzazione delle attività interne meccaniche) piuttosto che rivolto all'esterno (nuove funzionalità appariscenti).
Ciò significa che molte delle aziende più avanzate per l'IA potrebbero non essere le più ovvie.
Nel corso degli anni abbiamo visto molte startup, in particolare neobanche, concentrarsi su segmenti molto di nicchia della popolazione.
Cosa ne pensi di offerte così specifiche? È una buona strategia essere così specifici e cosa devi fare per avere successo in tal caso? La più grande evoluzione nel credito al consumo nell'ultimo decennio è stata che le persone vedessero le proprie banche come estensioni del proprio marchio personale, come i loro vestiti, la macchina o la musica.
Quindi, è un'ottima strategia e rimarremo sorpresi dalla profondità e dalla lealtà di queste comunità di “nicchia”.
Ti aspetti di vedere più ribassi nel 2023? Vedi più aziende che alzano proroghe o ribassi rispetto al 2021 e al 2022? Sono in arrivo altri giri al ribasso.
La domanda e l'offerta sono ancora fuori equilibrio e mi aspetto che cambieranno man mano che i bilanci delle società diminuiranno.
Di cosa sei più entusiasta nello spazio fintech? Cosa ritieni possa essere sovrastimato? C'è qualcosa di pubblicizzato a questo punto del ciclo?! Penso che i turisti fintech se ne siano andati e ci vuole una vera convinzione in questo mercato per costruire e investire.
L'attività bancaria oggi è più difficile di quanto dovrebbe essere, soprattutto per le decine di milioni di persone che non hanno accesso ai servizi finanziari tradizionali.
Come preferisci ricevere le presentazioni? Qual è la cosa più importante che un fondatore dovrebbe sapere prima di ricevere una chiamata con te? C'è spesso un grafico o una diapositiva che definisce un tono.
Taglia il rumore (e il mazzo di 30 diapositive) e concentrati sull'unica cosa che conta di più per la tua storia.
Aditi Maliwal, partner, Upfront Ventures Tutti parlano di intelligenza artificiale.
Se un'azienda non lo sta già utilizzando, sta cercando modi per incorporarlo nelle proprie operazioni.
Quali sono i tuoi pensieri su questo? Cosa sta ottenendo il pollice alzato e cosa non è nel tema del momento? Ogni azienda adotterà l'intelligenza artificiale come un'altra tecnologia che migliora la propria offerta esistente.
Non penso che investire in società di intelligenza artificiale sia diverso dalle persone che a metà degli anni 2000 dicevano che stavano investendo in Internet o nel mobile.
L'intelligenza artificiale è ora un nuovo paradigma che tutti adotteranno.
Sappiamo che la maggior parte delle aziende ha già utilizzato i dati per prendere decisioni, quindi ora utilizzeranno modelli open source per prendere decisioni più rapide ed efficienti.
Detto questo, un paio di categorie stanno ricevendo molta attenzione all'interno e intorno all'ecosistema fintech: Soluzioni copilot per tutti i servizi finanziari: anche se non sono sicuro che molti di loro vengano finanziati, penso ancora che le aziende più grandi arriveranno dopo questa categoria e fornire soluzioni.
Creazione di utenti sintetici per il rilevamento delle frodi: questo è un caso d'uso davvero ampio che può fornire molto valore.
Fondamentalmente a questo punto abbiamo una frode generativa, quindi è necessario il giusto tipo di software generativo per combattere le attività / i giocatori fraudolenti in continua evoluzione.
Nel corso degli anni abbiamo visto molte startup, in particolare neobanche, concentrarsi su segmenti molto di nicchia della popolazione.
Cosa ne pensi di offerte così specifiche? È una buona strategia essere così specifici e cosa devi fare per avere successo in tal caso?

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: