La startup di benefici per i dipendenti Swile prevede di diventare redditizia nel prossimo trimestre

La startup francese Swile ha condiviso alcune metriche sulle entrate solo un anno dopo la fusione con Bimpli, la divisione benefit per i dipendenti di BPCE.
Il prodotto principale di Swile è una carta di pagamento per benefici ai dipendenti, come i buoni pasto.
Nel 2022, Swile ha generato entrate per 138 milioni di euro (153 milioni di dollari al tasso di cambio odierno), che includono le entrate di Bimpli.
Eppure, le perdite dell'azienda sono aumentate a 72 milioni di euro (80 milioni di dollari).
In altre parole, il 2022 è stato un miscuglio.
Ma la società afferma che questa è stata una fase di transizione poiché Swile prevede di realizzare un profitto su base EBITDA a partire dal prossimo trimestre.
Ciò non significa che Swile sarà redditizio per l'intero anno, ma l'azienda è a un punto di svolta.
Il motivo per cui Swile ha perso così tanti soldi è che ha raccolto $ 200 milioni in un round di finanziamento di serie D guidato da SoftBank Group International nel 2021.
“Dopo tutto, abbiamo raccolto € 200 milioni.
E non l'abbiamo fatto per uscire a bere mojito.
Si trattava di continuare a guadagnare quote di mercato.
E ha funzionato, poiché abbiamo continuato a conquistare quote di mercato nel 2022", mi ha detto il fondatore e CEO di Swile, Loïc Soubeyrand.
Allora qual è la quota di mercato di Swile? In Francia, le aziende devono contribuire al pranzo quando è nel bel mezzo di una giornata lavorativa.
Alcune aziende offrono una caffetteria con pasti economici, altre distribuiscono buoni pasto che puoi spendere in ristoranti e pasticcerie.
Secondo il CNTR, le società di buoni pasto hanno gestito un volume di transazioni di 8,5 miliardi di euro solo in Francia nel 2022.
Swile afferma di gestire un volume di transazioni pari a 3 miliardi di euro all'anno.
Altri grandi attori nello spazio includono Edenred, Up Coop e Sodexo.
“Abbiamo 5 milioni di utenti in Francia e 500.000 in Brasile.
Quindi sono 5,5 milioni in totale, di cui più di due terzi utilizzano i buoni pasto poiché gestiamo anche i buoni regalo”, ha affermato Soubeyrand.
C'è ancora spazio per la crescita nel mercato interno di Swile poiché il 40% dei dipendenti che ricevono buoni pasto utilizza ancora buoni cartacei.
Ad un certo punto, Swile e altri fornitori di buoni pasto prevedono che queste società passeranno alle carte di pagamento.
“Inoltre, ciò che è davvero interessante da notare è che questo è un mercato che è cresciuto in modo nativo e organico negli ultimi tre anni, a tassi a due cifre.
Abbiamo registrato una crescita superiore al 10% negli ultimi tre anni”, ha affermato Soubeyrand.
A causa della pandemia di COVID-19 e di molte aziende che consentono il lavoro a distanza, alcuni dipendenti che prima andavano in mensa ora preferiscono ricevere i buoni pasto.
Allo stesso modo, a causa dell'inflazione, molte aziende destinano più denaro ai buoni pasto.
Prossima destinazione: viaggi e spese Mentre Swile si aspetta ancora di generare la maggior parte delle sue entrate dai buoni pasto, l'azienda ha testato una piattaforma di prenotazione di viaggi aziendali.
L'anno scorso, Swile ha acquisito Okarito e l'ha rinominata Swile Travel.
Attualmente è disponibile in versione beta.
"Diventerà Swile Travel e l'abbiamo appena integrato nella nostra super app, perché l'obiettivo è utilizzare un'unica app per unificare questa esperienza", ha affermato Soubeyrand.
Ci sono 85.000 aziende che stanno già utilizzando Swile e la società prevede di attingere a questa base di utenti per lanciare questo nuovo prodotto.
Sarà in concorrenza con American Express ed Egencia, nonché con nuovi concorrenti come Navan (precedentemente noto come Trip Actions) e TravelPerk.
Successivamente, Swile aggiungerà anche la gestione delle spese alla sua suite di prodotti.
“Questo settore si chiama viaggi e spese.
Per ora, abbiamo ufficialmente la piattaforma di viaggio.
E ovviamente, una volta che viaggi, devi fare alcune piccole spese.
E hai già la carta Swile in tasca", ha detto Soubeyrand.
Swile afferma già che non sarà redditizia nel 2023.
La società diventerà redditizia il prossimo trimestre e, si spera, rimarrà redditizia ogni trimestre successivo.
Nel 2024, Swile prevede di registrare un EBITDA di 30 milioni di euro per il mercato francese.
Nel 2025, quel numero dovrebbe salire da 50 a 70 milioni di euro.
"Ci stiamo concedendo cinque anni per diversificare le nostre linee di reddito oltre i benefici per i dipendenti", ha affermato Soubeyrand.
"E vogliamo davvero che tutte le entrate di viaggio e spese – e forse altre linee di entrate future – rappresentino almeno il 25% delle nostre entrate entro cinque anni".
La startup di benefici per i dipendenti Swile prevede di diventare redditizia nel prossimo trimestre da Romain Dillet originariamente pubblicato su TechCrunch

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: