Plex licenzia il 20% della sua forza lavoro a causa del rallentamento della pubblicità

Plex, l'app di streaming gratuita, ha licenziato circa il 20% del suo personale, ha appreso TechCrunch, il che influenzerà in gran parte i team di Personal Media e probabilmente altri dipartimenti.
Plex non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.
L'app di streaming offre agli utenti un'unica destinazione per caricare e organizzare i contenuti (video, audio e foto) dal proprio server, consentendo loro anche di riprodurli in streaming tramite app mobile, smart TV o desktop.
Negli ultimi anni, tuttavia, Plex ha investito in streaming gratuito, supportato da pubblicità (FAST) e offerte di TV in diretta.
Il mercato FAST si è saturato poiché molte aziende sono entrate nello spazio.
Inoltre, l'intero settore pubblicitario ha subito un duro colpo, rendendo più difficile per le aziende guadagnare entrate sufficienti.
Secondo un messaggio di Slack del CEO di Plex Keith Valory, ottenuto da The Verge, che per primo ha riportato i licenziamenti, la società è stata "significativamente influenzata" dal rallentamento.
"Sfortunatamente, non possiamo sapere per quanto tempo i mercati pubblicitari e i prezzi continueranno a essere depressi e volatili", ha scritto Valory.
Analogamente alle mosse fatte da altre società di media e software, Plex sta scegliendo di "ridurre le nostre spese per il personale" per "raggiungere la redditività con questi vincoli", ha affermato Valory.
Ha aggiunto che 37 dipendenti sarebbero interessati.
Inoltre, sembra che Plex possa aver avuto un altro giro di licenziamenti all'inizio di quest'anno.
Cinque mesi fa, un ex account executive ha pubblicato su LinkedIn di essere stato "colpito dai licenziamenti aziendali".
A gennaio, la società aveva 175 dipendenti e il suo fatturato era di milioni a due cifre.
Lo streamer Plex è finalmente pronto a lanciare un mercato di noleggio di film e TV Plex licenzia il 20% della sua forza lavoro a causa del rallentamento della pubblicità di Lauren Forristal originariamente pubblicato su TechCrunch

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: