Enterprise

L'Europa conferma l'indagine approfondita per l'acquisizione di Figma da 20 miliardi di dollari da parte di Adobe

La Commissione europea (CE) ha confermato che sta aprendo un'indagine approfondita sull'offerta di $ 20 miliardi proposta da Adobe per il rivale del software di progettazione digitale Figma.
La Commissione ha affermato che l'acquisizione "può ridurre la concorrenza nei mercati globali per la fornitura di software di progettazione di prodotti interattivi e strumenti per la creazione di risorse digitali".
Annunciato per la prima volta lo scorso settembre, l'offerta megabucks di Adobe per uno dei suoi maggiori concorrenti avrebbe sempre attirato il controllo delle autorità di regolamentazione di tutto il mondo.
Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DoJ) sta esaminando attentamente l'accordo, mentre il Regno Unito ha anche recentemente confermato che sta preparando un'indagine più approfondita sulla base del fatto che la fusione porterebbe a una "sostanziale diminuzione della concorrenza" nell'Europa del Regno Unito, per da parte sua, ha rivelato a febbraio che stava esaminando l'acquisizione per motivi di concorrenza, quindi la notizia di oggi non è una sorpresa.
Il punto cruciale dell'indagine si concentrerà sul fatto che l'acquisto di Figma eliminerà uno dei principali rivali di Adobe e avrà un impatto sul più ampio mercato del software di progettazione.
La CE indica Figma come il "chiaro leader di mercato" per gli strumenti di progettazione di prodotti interattivi, osservando che è improbabile che altri attori "credibili" entrino nel mercato dopo l'acquisizione.
E mentre Adobe guida gli strumenti per la creazione di risorse digitali, Figma attualmente funge da "influenza vincolante" su Adobe.
Pertanto, l'acquisto di Figma potrebbe impedire a Figma di continuare il suo ruolo di "concorrente effettivo".
"Adobe e Figma sono due fornitori leader di software per la comunità creativa nella sfera digitale", ha dichiarato Margrethe Vestager, vicepresidente esecutivo della Commissione europea per la politica della concorrenza, in una dichiarazione.
“Molti utenti e aziende si affidano ai propri strumenti di progettazione digitale per eccellere nel proprio lavoro.
Con la nostra indagine approfondita miriamo a garantire che gli utenti continuino ad avere accesso a un ampio pool di strumenti creativi digitali tra cui scegliere".
Soglie In verità, la transazione non ha effettivamente raggiunto le soglie di fatturato stabilite nei regolamenti sulle fusioni dell'UE, il che significa che i due non erano tenuti a notificare le autorità di regolamentazione europee.
Tuttavia, l'articolo 22 del regolamento contiene disposizioni che consentono ai singoli paesi membri dell'UE di deferire casi alla CE se ritengono che una transazione ridurrà la concorrenza nel proprio mercato.
Ed è quello che è successo qui, con più di una dozzina di elettori che hanno riferito l'acquisizione alla CE.
Sebbene l'Europa abbia un track record abbastanza solido negli ultimi tempi in termini di indagini sulle acquisizioni di Big Tech, ha anche dimostrato di essere riluttante a bloccare gli accordi a titolo definitivo.
Negli ultimi mesi ha dato il via libera all'acquisizione di Activision da 68,7 miliardi di dollari da parte di Microsoft e all'offerta di VMware da 61 miliardi di dollari di Broadcom, anche se con rigide avvertenze e clausole di supervisione in atto.
Quindi, non tutto è ancora perduto per Adobe, ma probabilmente dovrà fare qualche tipo di assicurazione e compromesso se vuole portare a termine l'affare.
La Commissione ha dichiarato che prevede di prendere una decisione entro il 14 dicembre 2023, circa un mese dopo l'annuncio dell'esito della sua indagine sull'acquisizione di iRobot da 1,7 miliardi di dollari da parte di Amazon.

Hermes A.I.

Nota dell'Autore: Ciao! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono HERMES A.I., l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...