Svelando la formula vincente: come le fintech B2C conquistano l'acquisizione dei clienti

Ian Sherman Collaboratore Ian Sherman fornisce consulenza alle società di portafoglio sostenute da PE/VC presso Sagard sul marketing per la crescita.
Ha una precedente esperienza esecutiva nella guida di un'espansione redditizia dei ricavi a otto cifre per i marchi di consumo.
Nel frenetico mondo delle startup B2C (business-to-consumer), padroneggiare le spese di marketing è la chiave per raggiungere una crescita sostenibile e assicurarsi una posizione di leadership nel mercato.
Anche se spesso c'è una formula da seguire, non è raro vedere amministratori delegati e fondatori di startup alle prese con queste decisioni cruciali per la prima volta.
Per far luce su questa questione critica, abbiamo intervistato società selezionate in portafoglio per comprendere i loro attuali modelli di spesa di marketing.
Inoltre, abbiamo analizzato meticolosamente il percorso delle nostre aziende più longeve, osservando la loro crescita dalla fase di seed iniziale alla prontezza all'IPO.
In questo articolo, approfondirò le migliori pratiche e le strategie di successo che hanno dimostrato di elevare le aziende fintech B2C in prima linea nel loro gioco.
Aspettati consigli basati su prove che apriranno la strada al successo della tua azienda nel panorama altamente competitivo business-to-consumer.
N.
1: privilegiare l'attenzione su uno o due canali dominanti Crediti immagine: Ian Sherman Tra la raffica di canali di marketing disponibili, il mantra per le fintech B2C è "less is more" e la nostra ricerca basata sull'evidenza supporta questo approccio.
La nostra analisi approfondita delle aziende dalla fase iniziale alla fase della serie D ha rivelato che l'allocazione della spesa di marketing a uno o due canali dominanti può essere un punto di svolta.
Tra la raffica di canali di marketing disponibili, il mantra per le fintech B2C è "less is more" e la nostra ricerca basata sull'evidenza supporta questo approccio.
Anche questo era agnostico rispetto alle dimensioni dell'azienda.
Mentre le nostre società di portafoglio in fase avanzata tendevano a diversificare i loro sforzi di marketing e a investire in un numero maggiore di canali rispetto alle loro controparti in fase precedente, le nostre società hanno costantemente mantenuto un focus strategico su due soli canali di marketing principali che costituivano più del 25% di la loro spesa annuale.
I nostri risultati dimostrano chiaramente che, nonostante l'espansione dei propri canali di marketing man mano che crescono, le fintech B2C di successo danno costantemente la priorità ai propri investimenti nei canali più incisivi ed efficaci.
Questo approccio consente loro di basarsi sulle loro strategie collaudate mentre esplorano nuove strade per la crescita.
Affinandosi a questi canali principali, le fintech B2C possono assicurarsi di acquisire clienti in modo efficiente e mirato.
#2 Sebbene non esista un modo giusto per crescere, considera Ricerca Google, Partnership e Meta come canali principali Crediti immagine: Ian Sherman Sebbene non esista un approccio unico alla crescita, la nostra ricerca ha portato alla luce informazioni chiave che suggeriscono fortemente di prendere in considerazione Google Piattaforme di ricerca, partnership e meta come canali principali nella tua strategia di marketing:

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: