QED Investors afferma che il ritmo degli investimenti da nuovi fondi sarà "estremamente disciplinato"

Benvenuti all'interscambio! Se hai ricevuto questo nella tua casella di posta, grazie per l'iscrizione e il tuo voto di fiducia.
Se stai leggendo questo come un post sul nostro sito, iscriviti qui in modo da poterlo ricevere direttamente in futuro.
Ogni settimana, daremo uno sguardo alle notizie fintech più calde della settimana precedente.
Ciò includerà tutto, dai round di finanziamento alle tendenze, all'analisi di un particolare spazio, alle interpretazioni calde di una particolare azienda o fenomeno.
Ci sono un sacco di notizie fintech là fuori ed è nostro compito rimanere aggiornati e dar loro un senso, in modo che tu possa rimanere al corrente.
— Mary Ann e Christine Ciao, ciao.
È stata una settimana insolitamente attiva nel mondo della raccolta fondi fintech, come evidenziato dall'enorme numero di aumenti di startup che abbiamo coperto (ne parleremo più avanti).
La scorsa settimana, QED Investors ha anche annunciato di aver raccolto 925 milioni di dollari attraverso due nuovi fondi per sostenere le startup fintech a livello globale: un fondo per la fase iniziale da 650 milioni di dollari e un fondo per la fase di crescita da 275 milioni di dollari.
La società di venture capital esiste da oltre un decennio, investendo esclusivamente in società che costruiscono tecnologia finanziaria.
Per scavare un po' più a fondo, ho incontrato Nigel Morris, managing partner e co-fondatore di QED, dopo che è uscita la notizia della chiusura del fondo.
Ecco quella domanda e risposta (modificata per brevità e chiarezza).
Domande e risposte con Nigel Morris Cosa intende per investimento nella "fase iniziale di crescita"? Gran parte del Fondo per la crescita, da circa due terzi a tre quarti, è destinata al capitale continuativo.
Di conseguenza, questo capitale arriva quando il fondo della fase iniziale scende, in genere dopo il round di serie A.
Growth Fund I e Growth Fund II sono destinati principalmente agli investimenti di serie B e C per consentirci di continuare a sostenere le nostre società rivoluzionarie, offrendoci al tempo stesso la possibilità di investire opportunisticamente in società che potremmo aver perso la prima volta.
Quali sono alcune uscite recenti? QED ha avuto l'IPO di cinque società in portafoglio nel 2021: Remitly, AvidXchange, Sofi, Nubank e Flywire.
Anche JPMorgan ha acquisito OpenInvest nel 2021.
Non abbiamo avuto uscite nel 2022 o finora nel 2023, ma si spera che ce ne saranno altre nel 2024 man mano che il disgelo della fase successiva continua.
Trascorriamo molto tempo con le nostre società in portafoglio in fase avanzata assicurandoci che siano pronte per una vendita o un'IPO e stiamo supportando i nostri imprenditori con raccolte fondi opportunistiche per il loro prossimo giro di capitale dove ha senso.
Su quali aree del fintech sei particolarmente ottimista e perché? Considerando la nostra profonda eredità di Capital One, abbiamo una vasta esperienza come team nei servizi finanziari di base come credito e pagamenti.
Rimaniamo particolarmente ottimisti sul tema della finanza incorporata, anche di business anticiclici, oggi più che mai importanti considerando l'attuale contesto macroeconomico.
Guardando più avanti, siamo entusiasti di esplorare casi d'uso specifici relativi sia alle tecnologie e all'infrastruttura blockchain che alle relative rotaie, e siamo anche entusiasti della promessa della prossima iterazione di insurtech e proptech.
Con la nostra solida eredità nella scienza dei dati, crediamo anche che molte delle principali tendenze di cui le persone parlano oggi nei framework AI/ML siano già presenti in molte società di tecnologia finanziaria.
Su quali aree geografiche sei particolarmente ottimista e perché? QED è ora un VC globale e siamo particolarmente entusiasti delle opportunità nei mercati emergenti come LatAm, Africa, India e Sud-est asiatico.
Il potenziale per costruire società seminali in queste aree geografiche è incredibilmente eccitante per noi perché possiamo democratizzare l'accesso all'inclusione finanziaria su scala davvero massiccia.
Mentre il Nord America e l'Europa continueranno ad abbracciare il fintech e l'adozione digitale, la crescita maggiore in termini di multipli proverrà dai paesi emergenti dell'area APAC, MENA e LatAm, dove un gran numero di persone rimane senza banche e sottobanca.
Il potenziale per costruire società di trasformazione di livello mondiale in aree geografiche come Singapore, Indonesia, Egitto, Nigeria, Brasile e Messico e fare una notevole differenza nella vita delle persone è eccezionale.
In questi mercati in via di sviluppo, QED ritiene che ci troviamo nei primi capitoli dell'evoluzione del fintech.
Fintech ha avuto un grande successo nell'ultimo anno o giù di lì.
Cosa ne pensi? C'era troppa pubblicità? C'era molta schiuma nel mercato dopo 15 anni di progressi impeccabili.
Le valutazioni sono diventate insostenibili e hanno raggiunto un picco di multipli di 20 volte i ricavi gonfiati nel secondo trimestre del 2021.
Man mano che le valutazioni sono aumentate vertiginosamente e il capitale poco costoso scorreva liberamente, è diventato difficile determinare con precisione quanto valesse veramente un'azienda e, di conseguenza, il settore ha pagato in eccesso per le aziende che probabilmente non t avere il modello di business o la trazione per comandare un tale prezzo.
Il mio collega e co-fondatore Frank Rotman l'ha paragonato a Darwin che si prende una vacanza di due anni ma ora finalmente torna.
Alcune aziende faranno fatica a rilanciare il loro prossimo round e alcune aziende vacilleranno.
QED rimane intensamente focalizzata sulla costruzione di attività durevoli e durevoli che abbiano una forte economia unitaria fondamentale e che risolvano problemi reali.
In quante società prevedi di investire su questi nuovi fondi e qual è la dimensione media dell'assegno? Il ritmo sarà estremamente disciplinato, ma saremo opportunisti dove ha senso.
In generale, prevediamo che la distribuzione dei fondi sarà abbastanza misurata nell'ecosistema, in particolare rispetto agli ultimi anni.
Prevediamo di effettuare circa 35-45 investimenti dal Fondo VIII con investimenti medi di 15 milioni di dollari.
Probabilmente faremo circa 20 investimenti da Growth II con una dimensione media dell'investimento di $ 15 milioni.
Anche se preferiamo giocare nella fase di crescita iniziale, siamo…
posizionati anche per creare opportunità di co-investimento per i nostri LP e per capitalizzare quando la finestra dell'IPO inizia a sbloccarsi e l'attività di fusione e acquisizione riprende.
— Mary Ann La tua mossa, Step Proprio quando pensi di essere il “re del castello”, arriva qualcuno e ti sfida al trono.
La scorsa settimana ho scritto di Step, il servizio bancario digitale rivolto a adolescenti e giovani adulti, che ha annunciato un tasso del 5% per i suoi conti di risparmio.
All'epoca, ho anche accennato al fatto che le neobanche e altre organizzazioni finanziarie stanno dando filo da torcere alle banche tradizionali (gioco di parole), con alcune ispirate da Apple che ha lanciato il suo tasso di risparmio del 4,15% all'inizio di questo mese.
Parlando dell'alto tasso di Step, CJ MacDonald, co-fondatore e CEO, mi ha detto che l'obiettivo dell'azienda è sempre stato quello di offrire il tasso percentuale più alto tra i concorrenti.
Bene, lo sfidante che emerge questa settimana è M1, un'app finanziaria che offre investimenti automatici, prestiti e prodotti bancari, che abbina Step a un nuovo conto di risparmio ad alto rendimento M1 con un rendimento percentuale annuo del 5%.
Anche M1 sembra avere un pensiero simile a Step in working per avere sempre un tasso di risparmio elevato.
A novembre era del 4,5%.
Come Step e altri, non ottieni automaticamente il 5%; ci sono alcune cose che devi fare, come avere un abbonamento M1 Plus attivo.
M1 ha detto che offre tre mesi gratuiti, un valore di $ 30, quindi c'è qualche incentivo a provarlo.
— Christine TechCrunch (virtualmente) ad Atlanta Crediti immagine: Bryce Durbin (si apre in una nuova finestra) Il 7 giugno, TechCrunch ospiterà City Spotlight: Atlanta.
Abbiamo in programma una serie di straordinari programmi, tra cui una chiacchierata con Ryan Glover, il co-fondatore di fintech Greenwood, nonché un panel che esamina l'ecosistema di venture capital all'interno della regione di Atlanta e identifica i modi migliori per crescere e incontrare venture capitalist locali.
Ma non è tutto.
Se sei un fondatore con sede ad Atlanta in fase iniziale, fai domanda per presentare al nostro gruppo di investitori / giudici ospiti per la nostra competizione di presentazione dal vivo; il vincitore ottiene uno stand gratuito al TechCrunch Disrupt quest'anno per esporre la propria azienda nel nostro vicolo delle startup.
Registrati qui.
Notizie settimanali In altre notizie sui fondi focalizzati sul fintech, un deposito della SEC ha rivelato che la società di venture capital con sede a Londra Anthemis stava cercando di raccogliere $ 200 milioni di capitale.
Apparentemente era sul mercato dallo scorso anno e finora ha ottenuto impegni per soli $ 36,4 milioni, il che ci porta a credere che Anthemis stia faticando a raccogliere.
L'azienda ha dovuto abbandonare separatamente i piani per creare una SPAC alla fine del mese scorso e all'inizio di quest'anno ha licenziato il 28% del suo personale come parte di una "ristrutturazione".
Abbiamo contattato Anthemis per un commento ma non abbiamo ricevuto risposta (di solito le aziende non possono parlare del processo di raccolta fondi, quindi non è una sorpresa).
A proposito di Anthemis.
.
.
la società in portafoglio Daylight, una neobanca rivolta alla comunità LGBTQ+, ha rivelato di aver chiuso.
Questa non è stata una sorpresa considerando il pezzo di NY Mag dell'inizio di quest'anno che descriveva in dettaglio una causa intentata da tre ex dipendenti, nonché presunte invenzioni e comportamenti inappropriati da parte del CEO e co-fondatore Rob Curtis.
Mentre Curtis ha concluso in modo interessante che la startup non poteva fornire servizi in un modo che coprisse i suoi costi e che fosse "probabilmente un lavoro per le grandi banche", alcuni credono che la scomparsa di Daylight potrebbe anche essere dovuta a una mancanza di vera differenziazione.
Forse.
Ma sicuramente quella causa – e la conseguente pubblicità negativa – non ha aiutato.
Puoi sentire Alex Wilhelm e io riff su questo argomento (e molto altro!) Nell'episodio di venerdì dell'Equity Podcast.
Come riportato da Ingrid Lunden: “Anne Boden ha quasi perso il controllo su Starling Bank anni fa, quando la neobanca era nel bel mezzo di un tentativo di colpo di stato guidato dal suo CTO, ma ora sembra che Boden se ne stia andando.
La schietta fondatrice di Starling Bank – che è stata valutata l'ultima volta oltre $ 3 miliardi, è redditizia e ha 3,6 milioni di clienti – ha annunciato che si sarebbe dimessa dalla carica di CEO della società, ma sarebbe rimasta nel consiglio.
La dichiarazione è stata fatta in concomitanza con la pubblicazione dei risultati annuali della società, che hanno mostrato un aumento dei ricavi, degli utili, dei depositi e del portafoglio prestiti rispetto all'anno precedente.
Leggi perché se n'è andata da qui.
Sarah Perez riferisce: “Amazon One, la tecnologia di pagamento con scansione del palmo del rivenditore, sta ora acquisendo nuove funzionalità con l'aggiunta dei servizi di verifica dell'età.
La società ha annunciato che i clienti che utilizzano dispositivi Amazon One potranno acquistare bevande per adulti, come la birra durante un evento sportivo, semplicemente passando il palmo della mano sul dispositivo Amazon One.
Altro qui.
Come riportato da Aisha Malik, maggiore concorrenza nello spazio bancario per adolescenti: “Venmo ha annunciato che sta introducendo account per adolescenti, consentendo a genitori e tutori legali di aprire un conto Venmo per i loro adolescenti in modo che possano inviare e ricevere denaro.
L'account, che non ha canoni mensili, include anche una Venmo Teen Debit Card.
Ogni account Venmo per adolescenti è collegato e gestito dall'account Venmo personale di un genitore, ma l'account per adolescenti ha un saldo separato dall'account del genitore.
Altro qui.
Kruze Consulting ha esaminato i dati di 160 startup e circa 2 miliardi di dollari in contanti per scoprire che la percentuale di startup con conti presso grandi banche, come JPMorgan, Morgan Stanley e Bank of America, è balzata al 72% ad aprile dal 9% a febbraio.
La causa principale? "Il panorama bancario dopo il declino della Silicon Valley Bank e della First Republic Bank non ha solo avuto un impatto su dove le startup depositano, ma anche su quali conti le detengono", ha affermato Healy Jones, vicepresidente di Kruze Consulting, in una dichiarazione scritta fornita a TechCrunch.
"Recentemente, abbiamo visto fogli di lavoro che richiedono alle startup di mantenere due relazioni bancarie".
Maggiori informazioni sulla nostra copertura dei crolli di SVB e FRB.
Daffy.org ha lanciato le sue API aperte con l'obiettivo di aiutare le fintech a "integrare le donazioni nelle loro app", hanno detto a TechCrunch.
L'obiettivo è rendere più facile per le aziende e gli sviluppatori rendere più facile per i loro clienti donare denaro, azioni o criptovalute "a quasi tutti gli enti di beneficenza statunitensi".
TechCrunch ha precedentemente coperto Daffy.org qui e qui.
La fintech ecuadoriana Kushki afferma che ora sta entrando nel mercato messicano come acquirente.
Il suo obiettivo è diventare "un attore importante in Messico senza l'intermediazione o la dipendenza da uno sponsor bancario".
TechCrunch ha coperto l'ultima volta Kushki quando ha raccolto $ 100 milioni con una valutazione di $ 1,5 miliardi lo scorso giugno.
Per dare un'occhiata a ciò che ha portato Sheel Mohnot di Better Tomorrow Ventures a diventare un VC, dai un'occhiata a questo colorato servizio sulla sua vita qui.
CEO della British Starling Bank Anne Boden.
Crediti immagine: GEOFF CADDICK/AFP tramite Getty Images Altri titoli Da Klarna a Sezzle: la classifica delle app esamina se acquistare ora, pagare dopo è una buona idea La licenza della Banca centrale degli Emirati Arabi Uniti consente a Checkout.com di offrire servizi ai commercianti nel mezzo East SpotOn lancia la linea POS per ristoranti Finanziamenti e fusioni e acquisizioni Visto su TechCrunch La nuova app per la creazione di ricchezza di Plenty si rivolge alle coppie che mescolano le finanze Ballerine porta l'open source al processo decisionale in materia di rischio e identità delle banche La banca sfidante sudafricana TymeBank raccoglie 77,8 milioni di dollari da Norrsken22 e Blue Earth Capital Celebrity gli investitori si accumulano nella startup di risparmio dei consumatori Checkmate Episode Six raccoglie 48 milioni di dollari per semplificare i processi di pagamento Firmbase raccoglie 12 milioni di dollari per modernizzare la pianificazione finanziaria per le startup Questo laureato di Stanford sta assumendo banchi dei pegni con una nuova startup di carte di credito più del proprio capitale per aiutare le aziende dell'America Latina a monitorare il flusso di cassa Terzo Bancorp acquisisce la società di pagamenti incorporati Rize Money Kiwi raccoglie 80 milioni di dollari di finanziamento Fintech Ualá ottiene la licenza bancaria in Messico con l'approvazione dell'accordo Stiamo decollando ora per goderci il lungo weekend del Memorial Day qui negli Stati Uniti Speriamo che ognuno di voi abbia un fine settimana riposante e settimana favolosa, ovunque ti trovi.
Grazie ancora per aver letto! xoxoxo, Mary Ann e Christine Crediti immagine: Bryce Durbin QED Investors afferma che il ritmo degli investimenti da nuovi fondi sarà "estremamente disciplinato" da Christine Hall originariamente pubblicato su TechCrunch

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: