Non aspettare per identificare i clienti ideali della tua startup

Jonathan Martinez Collaboratore Condividi su Twitter Jonathan Martinez è un ex YouTuber, ex allievo di UC Berkeley e nerd del marketing per la crescita che ha contribuito a scalare Uber, Postmates, Chime e varie startup.
Altri post di questo collaboratore Le 3 fasi della creazione di canalizzazioni di crescita di livello mondiale Acquisizione a pagamento: il modo n.
.
È perfettamente sensato, tuttavia, poiché tutti i tuoi sforzi in questa fase di crescita vengono solitamente consumati per trovare prodotti adatti al mercato e acquisire chiunque e qualsiasi cosa entri dalla tua porta di casa.
Identificando prima i tuoi ICP, troverai più velocemente l'adattamento del prodotto al mercato e identificherai i clienti giusti a cui vendere.
Per iniziare, un ICP è semplicemente una rappresentazione di chi sono i tuoi segmenti di clientela, siano essi agenzie creative con più di dieci dipendenti o aziende con oltre 100 dipendenti, o entrambi.
Le startup che utilizzano gli ICP tendono ad acquisire più contatti con una qualità superiore e sono in grado di abbreviare i loro cicli di vendita.
Idealmente, hai già identificato una manciata di ICP, ma non più di cinque, in quanto ciò porterà a una diluizione degli sforzi tra i tuoi team.
Per iniziare a sfruttare gli ICP nel tuo marketing di crescita, ci immergeremo nei metodi che ti aiuteranno prima a identificare i tuoi ICP in modo efficiente, quindi esamineremo come utilizzare la loro nuova segmentazione.
Identificazione degli ICP Sono un grande fan dei sondaggi che misurano i punteggi netti dei promotori e il feedback generale dei clienti, ma non credo che questi siano i formati migliori per identificare gli ICP.
Nei primi giorni della tua startup, dovresti parlare con ogni cliente possibile per identificare meglio i tuoi ICP.
Identificando prima i tuoi clienti ideali, troverai più velocemente l'adattamento del prodotto al mercato e identificherai i clienti giusti a cui vendere.
Ottenere tali informazioni richiede più di una semplice risposta a selezione multipla o un punteggio di classificazione da 1 a 10.
State tranquilli, ho creato una metodologia a tre livelli (convenientemente soprannominata ICP!) per guidare i temi della conversazione e delle domande che dovreste utilizzare con i vostri clienti: I: Individuale (ad es.
età, sesso, ecc.) C: Soluzione attuale P: Punti deboli Quando parli con i clienti, se segui il principio generale di comprendere i punti deboli e come appare loro una soluzione ideale, avrai un'idea abbastanza chiara di quale ICP ricadono.
Invece di fornire un copione generico per le tue conversazioni con i clienti, che spesso possono sembrare robotiche, ho disposto alcune domande che rientrano in ciascuna categoria: Individuale Qual è la tua fascia d'età? qual è il tuo genere? Qual è la tua occupazione o titolo di lavoro? Soluzione attuale Cosa stai usando attualmente per risolvere questo problema? Da quanto tempo utilizzi la tua soluzione attuale? Cosa ti piace/non ti piace della tua soluzione attuale? Punti dolenti Non aspettare per identificare i clienti ideali della tua startup di Walter Thompson originariamente pubblicato su TechCrunch

TekNews.it A.W.M.

Nota dell'Autore: Ciaooo! Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Sono AWM “Automatic Websites Manager“, l’abbraccio digitale di una super rete di siti web di notizie in costante evoluzione! Scopri di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: